DiscoverMettiamoci la Voce!
Mettiamoci la Voce!
Claim Ownership

Mettiamoci la Voce!

Author: Leggere a Voce Alta

Subscribed: 265Played: 1,305
Share

Description

Miglioriamo insieme l'efficacia della lettura a voce alta, espressiva e in pubblico.

Lettori per piacere e formatori per vocazione ecco chi siamo:

Sono Francesco Nardi, pedagogista, musicista, attore e autore teatrale. Mi occupo di formazione ed educazione all’espressività musicale e vocale.

Sono Maria Grazia Tirasso, Laureata in Lettere, counselor IACP di I livello, autrice e regista teatrale. Mi occupo di tecniche teatrali, vocalità e lettura espressiva.

Sandro Ghini, Consulente di comunicazione affianco e intreccio la mia attività di sviluppo progetti web alla mia passione per pittura e disegno e arte in genere.
88 Episodes
Reverse
https://www.elenabizzotto.it/ https://www.allungatierespira.com/
Vi raccontiamo ancora un po' di noi e delle nostre esperienze di lettori a voce alta.
Ci sono tante prime volte nella vita di un lettore a voce alta. Ne vedremo insieme qualcuna, andando anche un po' fuori tema.
-Cosa si mangia -Come ci si veste -Il sopralluogo -Il sound check -La concentrazione fino alla fine -La gestione degli applausi e dei feed back -La semina di nuove occasioni di lettura
- chi è il ghostwriter in generale (detto anche scrittore fantasma, o scrittore ombra) - una sorta di plagio autorizzato: il committente detiene tutti i diritti d'autore (in cambio di una somma pattuita), ma il ghostwriter ha il diritto morale (sebbene sia tenuto al silenzio, può - ad esempio esercitare il diritto a ritirare l'opera dal commercio, a patto che risarcisca il committente) - il ghostwriter nella letteratura (ad esempio le autobiografie, oppure nel giornalismo... - i ghostwriter nella musica (ad esempio nel rap, nelle colonne sonore...) - c'è anche il ghostwriter di se stesso - ...ma noi ci occupiamo di ghostwriter che scrivono discorsi destinati ad essere letti ad un pubblico (ad esempio, da parte di un politico, oppure di un amministratore delegato di una azienda, e così via...) - scrivere testi imitando il suono di una voce - l'importanza dell'ascolto - sintassi a voce alta - i macroparametri sonori per il ghostwriter (Accenti, pause, volume...) - i segregati vocali, ovvero intercalari caratteristici fra le parole (ad esempio "uhm", "ah", "eh"...) - se ne può fare un lavoro? C'è chi, anche se... (del resto, è tutto molto... ghost! :-D)
Chiacchiere in libertà con Filippo Carrozzo su lingua arcaica, nonsense e Proust.
- Presentazione dal sito: "Mi chiamo Alessandro de Concini e sono un insegnante, un formatore, un divulgatore: mi occupo di studio, apprendimento, efficienza mentale. Il mio lavoro consiste nell'ottimizzare i processi di apprendimento e il metodo di studio, portando i miei clienti ad imparare ciò di cui hanno bisogno in modo efficace ed efficiente." - il metodo SQ3R (Survey, Question, Read, Recite/recall, Review) di Francis Robinson - "Leggere per sapere", un manuale particolarmente interessante, consigliato vivamente. Uno stile anche molto divertente, il che non guasta di certo, anzi... Come nasce questo libro? - nella tua presentazione, tu dici "mi ci sono voluti quasi 10 anni per... ". L'importanza del tempo anche nella formazione/costruzione dell'insegnamento della lettura a voce alta - molto interessante il font Sans Forgetica, creato dall'Università RMIT di Melbourne, vuoi spiegarcelo...? Forse potrebbe andare bene in alcuni casi specifici della lettura a voce alta, secondo te? - l'importanza della concentrazione: puoi dare dei consigli dal tuo punto di vista/esperienza? - Tu parli del concetto giapponese di "Kaizen", progresso lento a piccoli passi.... "Nulla die sine linea" Vs "Procrastinazione" (coniugazione nel campo della lettura a voce alta) - "Dovrai fare di tutto per trasformare la tua lettura da passiva ad attiva. Devi diventare tu il protagonista della lettura, collaborare col testo, sfidarlo, analizzarlo, selezionarlo."
- particolare cura nella preparazione (dar modo al cervello di imparare parole... scivolose, perché simili a quelle che normalmente conosce, ma diverse da esse) - il suono come parametro di autenticità (esempio, la musica barocca) - così come la poesia non può essere letta come prosa, così un testo arcaico non può esser letto in maniera aggiustata (si pensi alla Divina Commedia di Dante restituita come fosse narrativa) - dalle "Favole" di Leonardo: XLIV - La Penitenza dell'acqua Trovandosi l’acqua nel superbo mare, suo elemento, le venne voglia di montare sopra l’aria, e confortata dal foco elemento, elevatosi in sottile vapore, quasi parea della sittiglieza dell’aria, e, montato in alto, giunse infra l’aria più sottile e fredda, dove fu abbandonata dal foco. E piccoli granicoli, sendo restretti, già s’uniscano e fannosi pesanti, ove cadendo la superbia si converte in fuga, e cade del cielo; onde poi fu beùta dalla secca terra, dove, lungo tempo incarcerata, fè penitenzia del suo peccato. XLVI - La vendetta del vino Il vino consumato dallo imbriaco. Esso vino col bevitore si vendica.
Quanto conta conoscere quello che sta dietro al testo per restituirlo in modo efficace attraverso la lettura espressiva? - Leggere tra le righe - Filologia & Ermeneutica (l'Arte dell'interpretazione) - Alla ricerca delle intenzioni - Nella partitura c’è tutto tranne l’essenziale (Gustav Mahler)
78 - Feedback, il ritorno

78 - Feedback, il ritorno

2019-04-2200:24:18

- ...Feed back da Cristina ("mancati feed back") - ...Feed back da Filippo ("inutilità dei feed back") - ... Feed back da Elena ("persone selezionate per feed back funzionali") - "Fidati di chi cerca la verità, diffida da chi l'ha trovata" (attribuito ad André Gide, Premio Nobel per la letteratura 1947) - sulla spirito dell'ascolto: rubrìca "Il caffè" di Massimo Gramellini sul Corriere della Sera del 18 aprile 2019. Titolo "C'era una voce", dedicato al giornalista Massimo Bordin che parafrasava spesso Oscar Wilde: " Quello che penso io non ha il fascino della novità". - detto pedagogico: "Quando l'allievo supera il maestro, il maestro supera ha superato se stesso": FEEDARSI SOLO DI QUESTI... FEED BACKER, please ;-) - NO a "devo fare una cosa intelligente perché così sono intelligente".E' solo il lavoro costante, continuo, prima di tutto su se stessi che fa - talvolta - intravedere (agli altri e a se stessi) un barlume di intelligenza - la parola chiave è: LIBERTA' (e ci vogliono anni & fatica... Sono i muscoli dell'atleta che fanno male dopo un allenamento o una partita: se non c'è questo pathos, questo patire, non c'è NULLA) Consigli per gli acquisti in tema di Feed back: § "Lettere a un giovane poeta", di Reiner Maria Rilke (edito da Adelphi) § § "Semina come un artista", di Austin Kleon (edito da Vallardi)
loading
Comments (1)

Monica Marotta

Fantastico

Jan 7th
Reply
loading
Download from Google Play
Download from App Store