Discoverda Brand a Friend
da Brand a Friend
Claim Ownership

da Brand a Friend

Author: Robin Good

Subscribed: 78Played: 2,219
Share

Description

Diventare il punto di riferimento nel proprio settore attraverso la condivisione di valore e il coltivare relazioni di lunga durata. Un modo diverso di vedere la vita e di fare business online. Strategie, tattiche, strumenti per imprenditori digitali e piccole aziende.
135 Episodes
Reverse
Come le Persone Leggono OnlineLe stragrande maggioranza delle persone che leggono contenuti digitali attraverso smartphone, tablet e computers di vario tipo non legge questi contenuti così come quando legge un libro, un racconto, un romanzo o un libro di studio.Eppure non sembra esserci una diffusa consapevolezza relativa al fatto che se le persone leggono in maniera così radicalmente diversa i contenuti digitali da quelli tradizionali, stampati su carta, è indispensabile scrivere, organizzare e presentare questi contenuti in maniera da adattarsi a questo nuovo contesto e modalità di lettura. La prova che le persone leggono i contenuti online in maniera differente da come normalmente si legge un libro, è sotto gli occhi di tutti. Prova ad osservare chi consulta il suo smartphone per leggere le ultime notizie o per dare un'occhiata ai suoi social media preferiti. L'occhio scorre, scandaglia, salta qua e là, da un'immagine all'altra e lungo il margine sinistro di articoli e pagine web alla ricerca di sezioni, titoli, punti chiavi e di aggancio visivo che possano fornire dati utili sul contenuto che si sta guardando.Non si legge parola per parola, riga per riga, pagina per pagina. Si scandaglia, si perlustra, si filtra visivamente ciò che abbiamo davanti in una costante ricerca di immagini, simboli visivi e punti di aggancio visivo per cercare di dare un senso a ciò che abbiamo davanti, prima di decidere di affrontare una sua eventuale lettura.La domanda che val la pena porsi è quindi: In un contesto del genere, fatto da persone che sono di corsa, distratte, poco attente ai dettagli e poco disponibili a guardare e leggere con attenzione, quali sono gli accorgimenti da prendere nello scrivere testi e nel condividere informazioni?Approfondisci l'argomento: https://www.nngroup.com/articles/f-shaped-pattern-reading-web-content-discovered/https://www.nngroup.com/articles/f-shaped-pattern-reading-web-content/https://en.wikipedia.org/wiki/Screen_readinghttps://www.youtube.com/watch?v=zPX2gK93s5g-------------Info Utili• Musica di questa puntata: "Hurry" by Joakim Karud https://www.youtube.com/watch?v=x3n8vtG5_ws• Dammi feedback:critiche, commenti, suggerimenti, idee e domande unendoti al gruppo Telegram https://t.me/@RobinGoodPodcastFeedback• Ascolta e condividi questo podcast:https://gopod.me/RobinGood• Diventa sostenitore:sostieni il lavoro di Robin Good e tutti i contenuti e risorse utili che condivide costantementehttps://robingood.com/patreon-sharewood-community-campus https://Patreon.com/Robin_Good • Seguimi su Telegram:https://t.me/RobinGoodItalia (tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)oppurehttps://facebook.com/RobinGoodItalia/ (Pagina Facebook ufficiale)• Newsletter:http://robingood.it/toptools-newsletter • Per info e richieste:mailto: Ludovica.Scarfiotti@robingood.it
Feed RSS: Cosa Sono e a Cosa ServonoI feed RSS sono una tecnologia aperta, gratuita e accessibile a tutti che consente di potersi abbonare e ricevere tutti gli aggiornamenti di un sito web, senza dover rivelare la propria mail e in maniera totalmente gratuita e automatica. Tale tecnologia quindi consente, quando usata correttamente, di potersi tenere aggiornati su un grande numero di temi ed argomenti, potendo ricevere in automatico tutti gli aggiornamenti provenienti da un set predefinito di siti specializzati su quel tema.In realtà i feed RSS possono essere utilizzati anche per trasmettere i contenuti che emergono da ricerche persistenti su temi specifici. Ad esempio è possibile creare un feed RSS per qualsiasi ricerca su Google, potendo quindi ricevere in automatico notifiche per ogni nuovo risultato rilevante che appare per tale "domanda".I feed RSS sono quindi indispensabili a tutti coloro che dipendono da un costante e puntuale aggiornamento da siti, blog, testate giornalistiche e su temi specifici. Per poter leggere i contenuti di un feed RSS è necessario utilizzato un cosiddetto "feed reader". Il più popolare, potente e migliore dal punto di vista delle funzionalità attualmente (2020) è Feedly.com. Ci sono però decine di lettori di feed RSS alternativi. Alcuni sono gratuiti, molti altri a pagamento.RSS feed readers:https://content-discovery-tools.zeef.com/robin.good#block_3280_rss-feed-readers https://feedly.comLa maggior parte dei siti web e blog su Internet pubblica automaticamente uno o più feed RSS contenenti tutte le proprie news e novità. Ad esempio, i contenuti di qualsiasi blog o sito basato su Wordpress hanno automaticamente un feed RSS, tutte le pubblicazioni e gli autori su Medium hanno un feed RSS, e così quelli su Flipboard. Il problema è che il feed RSS spesso non è pubblicizzato e non è quindi né facile, né immediato poter trovare la sua URL.A tal fine ci sono delle estensioni gratuite per i browser più diffusi che consentono di verificare al volo se un sito ha un feed RSS e scoprirne il suo indirizzo preciso.Trova il feed RSS per qualsiasi sito: https://chrome.google.com/webstore/detail/get-rss-feed-url/kfghpdldaipanmkhfpdcjglncmilendnCi sono inoltre un crescente set di tool commerciali per poter generare feed RSS laddove non esistono. Fra questi:- RSSGround.com- FetchRSS.com- Feedity.comScopri di più sui feed RSS qui: https://it.wikipedia.org/wiki/RSSN.B.: Il sistema di distribuzione di tutti i podcast esistenti è 100% basato sui feed RSS.**Se sei interessato/a poter apprendere di più su come usare i feed RSS per tenerti aggiornato su qualsiasi argomento in maniera veloce ed efficiente, sto organizzando un workshop online su questo tema specifico. Ho un numero molto limitato di posti disponibili. Se interessato contatta Ludovica.Scarfiotti@robingood.it. (Il workshop è fatto da due sessioni di 2 ore (disponibili in diretta e in versione registrata). -------------Info Utili• Musica di questa puntata: "10K" by Joakim Karud - disponibile su Bandcamp:https://joakimkarud.bandcamp.com/track/10k• Dammi feedback:critiche, commenti, suggerimenti, idee e domande unendoti al gruppo Telegram https://t.me/@RobinGoodPodcastFeedback• Ascolta e condividi questo podcast:https://gopod.me/RobinGood• Diventa sostenitore:sostieni il lavoro di Robin Good e tutti i contenuti e risorse utili che condivide costantementehttps://robingood.com/patreon-sharewood-community-campus https://Patreon.com/Robin_Good • Seguimi su Telegram:https://t.me/RobinGoodItalia (tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)oppurehttps://facebook.com/RobinGoodItalia/ (Pagina Facebook ufficiale)• Newsletter:http://robingood.it/toptools-newsletter • Per info e richieste:mailto: Ludovica.Scarfiotti@robingood.it
Tendenze e consigli strategici per chi pubblica online - P24. Gli editori indipendenti online devono diventare avvocati delle loro comunità.Chi pubblica online ha bisogno di interessarsi maggiormente della propria comunità, aiutandola a dare un senso alle cose e facendosi carico di portare avanti azioni che aiutino a ottenere e realizzare i cambiamenti a loro utili. 5. Il fuoco principale è coltivare la comunità.Da editori che approcciavano la produzione mettendo al centro dei loro interessi i contenuti da produrre, oggi è necessario mettere al centro della nostra attenzione la nostra comunità e le sue esigenze. Lo scopo è sempre lo stesso: capire a fondo le loro esigenze, problemi, necessità e creare poi contenuti e servizi che soddisfino queste esigenze specifiche.6. Membership.Non parliamo di pagamenti ricorrenti. Non parliamo di abbonamenti.Parliamo di "partecipazione" reale all'interno della propria comunità. Come fare per andare oltre le belle parole e far si che le persone che sono all'interno della nostra comunità inizino realmente a conoscersi, a collaborare e a cooperare fra di loro? Le persone non hanno alcun interesse a far parte di un brand che pubblica contenuti. Le persone desiderano far parte di una comunità di persone appassionate a qualcosa di specifico. Le persone di una comunità appassionata possono contribuire moltissimo: contenuti, supporto, assistenza ad altri membri della comunità, coaching, ideas, feedback, quality control and a lot more.7. Oltre gli articoli. Per creare valore, rendersi utili e differenziarsi in maniera netta dalla concorrenza, non ci sono solo gli articoli. Ci sono un'infinità di altri format che possiamo utilizzare per informare, assistere e guidare chi fa parte della nostra comunità a raggiungere i suoi obiettivi. Invece che limitarci a produrre articoli così come fan tutti, sarebbe bene prendere in seria considerazione la possibilità di creare contenuti di alto valore, ma che producono in pochissimi. Cataloghi, collezioni di esempi, directory (di persone, risorse, tool), calendari di settore, checklist, templates e modelli, piccole app, etc.-------------Info Utili• Musica di questa puntata: "Wants to" by Birocratic - disponibile su Bandcamp:https://birocratic.bandcamp.com/track/wants-to• Dammi feedback:critiche, commenti, suggerimenti, idee e domande unendoti al gruppo Telegram https://t.me/@RobinGoodPodcastFeedback• Ascolta e condividi questo podcast:https://gopod.me/RobinGood• Diventa sostenitore:sostieni il lavoro di Robin Good e tutti i contenuti e risorse utili che condivide costantementehttps://robingood.com/patreon-sharewood-community-campus• Seguimi su Telegram:https://t.me/RobinGoodItalia (tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)oppurehttps://facebook.com/RobinGoodItalia/ (Pagina Facebook ufficiale)• Newsletter:http://robingood.it/toptools-newsletter • Per info e richieste:mailto: Ludovica.Scarfiotti@robingood.it
Tendenze e consigli strategici per editori indipendenti online. Parte 1.1) Chi pubblica online opera nel settore dei servizi.Dobbiamo ripensare in maniera radicale a come produciamo i nostri contenuti, in modo che servano realmente i bisogni ed interessi di coloro che ci leggono.2. Chi pubblica online deve specializzarsi.Maggiore la specializzazione in termini di quale problema si rivolve e a chi specificamente lo si risolve e meglio è.3. Chi pubblica online deve investire su relazioni e ascolto.E' indispensabile fare azioni concrete per coltivare relazioni dirette con la propria community e apprendere sempre di più come osservare e ascoltare quali sono i problemi e le esigenze specifiche che la caratterizzano.-------------Info Utili• Musica di questa puntata: "Wants to" by Birocratic - disponibile su Bandcamp:https://birocratic.bandcamp.com/track/wants-to• Dammi feedback:critiche, commenti, suggerimenti, idee e domande unendoti al gruppo Telegram https://t.me/@RobinGoodPodcastFeedback• Ascolta e condividi questo podcast:https://gopod.me/RobinGood• Diventa sostenitore:sostieni il lavoro di Robin Good e tutti i contenuti e risorse utili che condivide costantementehttps://robingood.com/patreon-sharewood-community-campus• Seguimi su Telegram:https://t.me/RobinGoodItalia (tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)oppurehttps://facebook.com/RobinGoodItalia/ (Pagina Facebook ufficiale)• Newsletter:http://robingood.it/toptools-newsletter • Per info e richieste:mailto: Ludovica.Scarfiotti@robingood.it
Per ottenere recensioni e testimonianze positive sui tuoi prodotti e servizi o sui servizi di consulenza e formazione che offri, tre sono gli ingredienti indispensabili:1) Coltivare da subito relazioni di qualità con i tuoi clienti e potenziali tali2) Avere un prodotto e servizio eccellente3) Chiedere le testimonianze quando il cliente è estremamente contento e soddisfattoLe recensioni e le testimonianze sono importantissime per poter coltivare e accrescere la propria reputazione, e cioé ciò che gli altri dicono di te o dei tuoi prodotti, quando non sei presente.Investire su questo fronte, in maniera costante e proattiva aiuta ad aumentare in maniera concreta la propria autorevolezza e credibilità online. -------------Info Utili• Musica di questa puntata: "Bittersweet" by baaskaT - disponibile su Bandcamp:https://chillhop.bandcamp.com/track/bittersweet• Dammi feedback:critiche, commenti, suggerimenti, idee e domande unendoti al gruppo Telegram https://t.me/@RobinGoodPodcastFeedback• Ascolta e condividi questo podcast:https://gopod.me/RobinGood• Diventa sostenitore:sostieni il lavoro di Robin Good e tutti i contenuti e risorse utili che condivide costantementehttps://Patreon.com/Robin_Good • Seguimi su Telegram:https://t.me/RobinGoodItalia (tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)oppurehttps://facebook.com/RobinGoodItalia/ (Pagina Facebook ufficiale)• Newsletter:http://robingood.it/toptools-newsletter • Per info e richieste:mailto: Ludovica.Scarfiotti@robingood.it
*L'ostacolo più grande: Avere costanza*Avendo avuto la possibilità di seguire centinaia di imprenditori e i loro progetti online, ho potuto vedere nel tempo, che l'ostacolo più grande incontrato da tutti è quello di riuscire ad essere costanti e sistematici nel procedere nel proprio percorso. Come per lo sport, la differenza di risultato fra chi si allena tutti i giorni, e chi lo fa quando ha un momento libero, è abissale. Questo ostacolo è frutto solo di una cattiva analisi delle priorità a cui si desidera dare precedenze e di una cattiva valutazione delle conseguenze a cui si va incontro allorché non si da seguito costante agli impegni che il progetto richiede.Morale della favola: Per raggiungere risultati tangibili, il primo obiettivo da raggiungere è quello di procedere con costanza e sistematicità. Non a singhiozzi. Non quando c'è del tempo o si è ispirati. Perché se, un progetto, un'attività, un sogno, non ha la possibilità di essere coltivato quotidianamente, e a lungo nel tempo, non crescerà mai forte e sano, e in taluni casi, non sboccerà mai e farà molta fatica a sopravvivere. Non mi dar retta.Verifica.Prova con un fiore. ....-------------Info Utili• Musica di questa puntata: "Road Trip" by Joakim Karud - disponibile su Bandcamp:https://joakimkarud.bandcamp.com/track/road-trip• Dammi feedback:critiche, commenti, suggerimenti, idee e domande unendoti al gruppo Telegram https://t.me/@RobinGoodPodcastFeedback• Ascolta e condividi questo podcast:https://gopod.me/RobinGood• Diventa sostenitore:sostieni il lavoro di Robin Good e tutti i contenuti e risorse utili che condivide costantementehttps://Patreon.com/Robin_Good • Seguimi su Telegram:https://t.me/RobinGoodItalia (tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)oppurehttps://facebook.com/RobinGoodItalia/ (Pagina Facebook ufficiale)• Newsletter:http://robingood.it/toptools-newsletter • Per info e richieste:mailto: Ludovica.Scarfiotti@robingood.it
*Come diventare il punto di riferimento nella tua nicchia di mercato*Cinque consigli strategici per diventare il “Punto di Riferimento” nella tua nicchia di mercato online. Se mi hai scoperto da poco, se ancora non mi conosci bene, se non hai letto il mio libro “da Brand a Friend”, o se conoscendomi vuoi comunque una sintesi aggiornata sui principi chiave da tenere in considerazione per diventare un punto di riferimento nella tua nicchia di mercato online, queste sono le mie raccomandazioni:1) Focalizzati su una nicchia di mercato precisa. Ciò vuol dire l’individuare un problema, un’esigenza specifica e un gruppo di persone ben definito a cui desideri risolvere questo problema. Fino a ché, per paura di perdere business, uno continua a servire più esigenze e più pubblici, diluendo il proprio potenziali su più settori e aree differenti, sarà sempre più difficile nel futuro distinguerti dalla concorrenza e comandare margini e prezzi più alti...2) Crea e condividi contenuti e risorse di vero valore. Non ti limitare a imitare ciò che fan tutti. Vai oltre il dovuto, offrendo valore tangibile al tuo pubblico sotto forma di contenuti e risorse che possano offrire grande utilità e che durino a lungo nel tempo...3) Coltiva relazioni di lunga durata. Crea nel tempo una comunità di fan appassionati che partecipano e contribuiscono a migliorare i tuoi prodotti e servizi attraverso un dialogo continuo. Trova fra di loro, collaboratori, partner, ispiratori e amici. Crea spazi virtuali dove poter accogliere, aiutare e interagire con queste persone...4) Ascolta. Presta grande attenzione alle domande, ai problemi e alle frustrazioni che il tuo pubblico e i tuoi fan manifestano, offrendo consigli e suggerimenti per risolverle e allo stesso tempo sviluppando prodotti e servizi ad hoc per risolvere quelle esigenze...5) Misura. Testa, sperimenta e collauda strade e soluzioni diverse, raccogliendo dati e decidendo sulla base di ciò che funziona, non su ciò che fanno gli altri o su ciò che hai sentito dire o che va di moda. Questa, fatta eccezione per l’ultimo punto, è in essenza la “Formula di Sharewood”, la strategia di business e marketing online che dettaglio nel libro “da Brand a Friend” che puoi acquistare online. Diventando mio sostenitore su Patreon al livello “Lettore”, puoi acquistarlo e riceverlo a casa in pochi giorni risparmiando più di 8eu sul prezzo di copertina.www.Patreon.com/Robin_Good....-------------Info Utili• Musica di questa puntata: "Shine" by Joakim Karud - disponibile su Bandcamp:https://joakimkarud.bandcamp.com/track/shine-2• Dammi feedback:critiche, commenti, suggerimenti, idee e domande unendoti al gruppo Telegram https://t.me/@RobinGoodPodcastFeedback• Ascolta e condividi questo podcast:https://gopod.me/RobinGood• Diventa sostenitore:sostieni il lavoro di Robin Good e tutti i contenuti e risorse utili che condivide costantementehttps://Patreon.com/Robin_Good • Seguimi su Telegram:https://t.me/RobinGoodItalia (tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)oppurehttps://facebook.com/RobinGoodItalia/ (Pagina Facebook ufficiale)• Newsletter:http://robingood.it/toptools-newsletter • Per info e richieste:mailto: Ludovica.Scarfiotti@robingood.it
Prezzi SI, prezzi NO

Prezzi SI, prezzi NO

2020-08-3112:01

*Prezzi SI, prezzi NO*E’ bene rendere noti attraverso il proprio sito web e canali social i propri prezzi?In altre parole: è bene avere un listino prezzi pubblico o è meglio fare altrimenti?Per risponderti ti faccio io una domanda: se hai davanti a te due vetrine di negozi dove vuoi comprare uno specifico paio di scarpe, e tutte e due le vetrine mostrano la stessa identica gamma di modelli. L’unica differenza è che in una vetrina le scarpe sono accompagnate da delle chiare etichette che indicano il prezzo, mentre nell’altro, il prezzo non c’è. In quale dei due negozi entri?Il fornire in maniera trasparente almeno un’indicazione di prezzo è, nella maggior parte delle situazioni, la strada più efficace per fornire a chi è interessato al nostro prodotto/servizio, un’informazione chiave nel suo processo decisionale. Specialmente laddove i nostri concorrenti diretti espongono in maniera chiara e comprensibile i loro costi e tariffe, così dovremmo fare anche noi. Questo non vuol dire che non ci siano situazioni, dove sia utile e necessario dover avere dei prezzi ad hoc, basati sulle specifiche esigenze del cliente e quindi difficilmente prevedibili. Ma questo non impedisce, da un lato di avere un listino prezzi pubblico su quelli che sono prodotti e servizi di base, e dall’altro di fornire comunque esempi di prezzi in situazioni diverse da quelle “standard”. Il grandissimo vantaggio offerto dall’essere trasparenti da subito sui prezzi, è che il potenziale cliente può decidere in tempi più rapidi, senza dover fare altre operazioni e soprattutto senza dover entrare in contatto con un “commerciale” che ne valuti le esigenze specifiche. Le persone non amano i commerciali e i colloqui di vendita. Le persone amano avere tutte le info utili per decidere a disposizione subito. Prima gliele dai, in maniera chiara e comprensibile, e più aumenteranno le possibilità che alcuni di loro si rivolgano a te. Morale della favola: su Internet non ha senso, nella stragrande maggioranza delle situazioni legate alla vendita di prodotti, servizi, consulenze, nascondere i prezzi. Più lungo e difficoltoso rendiamo il cammino verso il far sapere quanto costa il nostro servizio, in presenza di concorrenti che fanno altrimenti, e più perderemo potenziali clienti che non hanno il tempo e la voglia di entrare in contatto e interagire con noi. ....-------------Info Utili• Musica di questa puntata: "Sincere love" by Joakim Karud - disponibile su Bandcamp:https://joakimkarud.bandcamp.com/track/sincere-love• Dammi feedback:critiche, commenti, suggerimenti, idee e domande unendoti al gruppo Telegram https://t.me/@RobinGoodPodcastFeedback• Ascolta e condividi questo podcast:https://gopod.me/RobinGood• Diventa sostenitore:sostieni il lavoro di Robin Good e tutti i contenuti e risorse utili che condivide costantementehttps://Patreon.com/Robin_Good • Seguimi su Telegram:https://t.me/RobinGoodItalia (tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)oppurehttps://facebook.com/RobinGoodItalia/ (Pagina Facebook ufficiale)• Newsletter:http://robingood.it/toptools-newsletter • Per info e richieste:mailto: Ludovica.Scarfiotti@robingood.it
Imitare SI, Imitare NO

Imitare SI, Imitare NO

2020-08-2309:01

*Imitare SI, Imitare NOImitare, emulare, ripetere quello che fanno gli altri, non ha nulla a che fare con il copiare.Copiare è il metodo naturale, sano ed efficace, per poter apprendere qualsiasi cosa. Imitare è invece il seguire un modello, un modo di fare, uno schema, non con lo scopo di apprendere, ma con lo scopo di ottenere lo stesso status di ciò che viene imitato.In particolare, l’imitare è relativo soprattutto alle apparenze, alle sembianze di qualcosa, ma non al fare propri i meccanismi, i dettagli e le conoscenze che producono quel risultato. Per questo penso che imitare sia equivalente al “mettere su una facciata”, mentre il copiare sia l’effettiva capacità di replicare qualcosa, avendone appreso i meccanismi intrinsechi più dettagliati. Ne consegue che, con le dovute eccezioni, non ho grande simpatia per chi imita (nonostante siano la stragrandissima maggioranza), ma apprezzo invece molto chi copia con cura e attenzione con lo scopo specifico di apprendere, e non con quello di farsi bello, di apparire o spacciarsi per qualcun altro in maniera indebita.Soprattutto riconosco nell’imitare un abbandonarsi alla superficialità, al fare una cosa semplicemente perché “tutti gli altri” fanno così. Questo è uno spreco totale delle nostre facoltà e potenzialità creative e ci insabbia in comportamenti e modi di fare, che spesso contraddicono i nostri principi etici e morali, con il solo vantaggio di uniformarci al gregge che ci circonda (quando il nostro scopo dovrebbe essere esattamente il contrario). ..Morale della favola: Imitare, senza aver consapevolmente analizzato le ragioni e la validità di un certo comportamento o approccio, così come le sue finalità, può essere un comportamento deleterio, negativo, persino distruttivo. Imitare i comportamenti e modi di fare degli altri, nel promuoversi, nel fare marketing, nel proporre i propri prodotti e servizi, non è frequentemente la scelta migliore.Ogni situazione, prodotto, mercato ha le sue caratteristiche ed esigenze. Imitare l’approccio di altri, che non hanno le tue stesse caratteristiche e finalità, preoccupandosi più delle apparenze e delle sembianze che non del capire le logiche, i motivi e le ragioni dietro l’approccio, può spesso portare a risultati controproducenti e ad allontanare la possibilità di raggiungere rapidamente i propri obiettivi. Imitare ha senso quando si è indagato e appreso il perché e il senso del comportamento / approccio che si vuole adottare, e quando tale adozione serve specificamente a raggiungere i propri specifici obiettivi e ambizioni. ....-------------Info Utili• Musica di questa puntata: "Keep on going" by Joakim Karud - disponibile su Bandcamp:https://birocratic.bandcamp.com/track/nesting• Dammi feedback:critiche, commenti, suggerimenti, idee e domande unendoti al gruppo Telegram https://t.me/@RobinGoodPodcastFeedback• Ascolta e condividi questo podcast:https://gopod.me/RobinGood• Diventa sostenitore:sostieni il lavoro di Robin Good e tutti i contenuti e risorse utili che condivide costantementehttps://Patreon.com/Robin_Good • Seguimi su Telegram:https://t.me/RobinGoodItalia (tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)oppurehttps://facebook.com/RobinGoodItalia/ (Pagina Facebook ufficiale)• Newsletter:http://robingood.it/toptools-newsletter • Per info e richieste:mailto: Ludovica.Scarfiotti@robingood.it
Copiare SI, copiare-NO

Copiare SI, copiare-NO

2020-08-1615:01

*Copiare SI, copiare NO*Copiare o inventare?Certamente inventare, ma per riuscire farlo bisogna prima copiare tantissime volte da chi è bravo. Peccato che a scuola venga insegnato l’esatto contrario.Eppure, se guardi alla storie personali di grandi artisti, sportivi, innovatori, scoprirai che il loro metodo principale di apprendimento è stato il “copiare” dai grandi maestri.Non solo.Anche se vai in una scuola di pittura, di scherma, di arti marziali, di architettura, fisica o di scultura, uno dei metodi di apprendimento più frequentemente utilizzato è quello di allenarsi a riprodurre in maniera impeccabile i tratti, le mosse e le tecniche utilizzate dai grandi che ci hanno preceduto.Solo dopo aver appreso come copiare con cura e precisione, diventa possibile innovare e inventare cose che sembrano avere un altra qualità: il nostro personalissimo stile. E questa originalità e stile, non nasce altro che da un meraviglioso remix di ciò che abbiamo preso, copiato, e fatto nostro in un lungo periodo di tempo così da poterlo integrare come seconda natura. La creatività, l’originalità, l’innovazione nascono dalla propria abilità di saper rimescolare e riadattare in maniera unica, metodi, approcci e tecniche di altri, che nel tempo abbiamo fatto nostre.Il saper copiare è il cuore della creatività.Ma attenzione a non fraintendermi.Ci sono due modi molto diversi di copiare:Copiare per fregare. Copiare per apprendere.Copiare per innovare.Copiare per fregare, è quando si copia l’opera di altri, spacciandola per nostra. Copiare per apprendere, è quando si copia per far propria una tecnica, uno stile, un metodo di studio, produzione o lavoro. Questa è la maniera naturale in cui la maggior parte degli esseri viventi apprende. Dal parlare, al cacciare, allo scrivere o al cantare, è impossibile apprendere queste cose senza copiare da chi già le sa fare.Quindi, è una buona idea copiare?Assolutamente sì. Copiare è un’ottima idea, specialmente quando ciò viene fatto con la specifica intenzione di apprendere e far propria una certa conoscenza, non per risparmiare tempo e farsi belli con il lavoro di altri. Quindi, nella pratica di tutti i giorni, per chi come te è imprenditore indipendente, la strada giusta è quella di NON reinventare la ruota ogni volta che ce n'è bisogno. Se hai bisogno di realizzare un nuovo slogan, una nuova impaginazione, un libro o una pubblicità, non cercare di avere un’illuminazione divina e di realizzare un capolavoro se ispirato al punto gusto.Questo succederà naturalmente nel tempo, avendo avuto tanta esperienze di creazione in quel settore. Non prima.Finché non sei a quel punto, cerca grandi esempi e riferimenti di chi ti ha preceduto con successo e fai tuoi gli elementi, le tecniche e gli approcci che ha utilizzato.Una volta che hai fatto tuo lo skill, una volta che sai copiare perfettamente l’opera di chi ha dieci volte la tua esperienza, allora comincia ad innovare introducendo elementi, variazioni e modifiche che hai - anche in questo caso - appreso da altri, ma che applicherai in maniera diversa e originale alle tue opere. Così come nella musica, le note sono solo sette, ma le combinazioni possibili sono praticamente infinite. ....-------------Info Utili• Musica di questa puntata: "Let's Go Surfing" by Joakim Karud - disponibile su Bandcamp:https://joakimkarud.bandcamp.com/track/lets-go-surfing• Dammi feedback:critiche, commenti, suggerimenti, idee e domande unendoti al gruppo Telegram https://t.me/@RobinGoodPodcastFeedback• Ascolta e condividi questo podcast:https://gopod.me/RobinGood• Diventa sostenitore:sostieni il lavoro di Robin Good e tutti i contenuti e risorse utili che condivide costantementehttps://Patreon.com/Robin_Good • Seguimi su Telegram:https://t.me/RobinGoodItalia (tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)oppurehttps://facebook.com/RobinGoodItalia/ (Pagina Facebook ufficiale)• Newsletter:http://robingood.it/toptools-newsletter • Per info e richieste:mailto: Ludovica.Scarfiotti@robingood.it
*Condividere o tenere nascosto?*La condivisione pubblica, aperta, senza riserve è uno dei pilastri fondamentali della mia filosofia di comunicazione e marketing. Al contrario di quanto avveniva in passato, ho scelto di fare di ciò che era considerato un’eresia la mia più grande forza ed elemento di caratterizzazione.Mi trovo quindi frequentemente in situazioni nelle quali incontro imprenditori indipendenti che sono molto timorosi e scettici nel voler condividere le loro idee e i loro “segreti” online, pubblicamente. Ciò che li frena è la convinzione che ciò possa ridurre le loro opportunità di riuscita, favorendo allo stesso tempo la concorrenza.Ma è veramente così?E’ meglio davvero tenere tutte le proprie idee e riflessioni nella nostra testa, invece che condividerle pubblicamente sui nostri canali online?In passato, fino alla fine dello scorso secolo, e cioé fino alla fine degli anni 90 non solo era un’eresia il pensare di condividere pubblicamente le proprie scoperte, tecniche e metodologie (a meno di essere lautamente pagati per farlo), ma non era neanche tecnicamente possibile fare una cosa del genere. Non esistevano prima della metà degli anni 90 mezzi o media in grado di consentire a chiunque di poter condividere le proprie idee con un gran numero di persone. Con l’arrivo di Internet è cambiato tutto. Chiunque è diventato una casa editrice, una mini-TV, un giornale, rivista, radio.Esperti, inesperti, furbetti e truffatori matricolati hanno cominciato a scrivere e a condividere online le loro idee, i loro progetti, la loro visione e le loro scoperte. E così facendo, prima decine, poi centinaia e poi migliaia di persone hanno cominciato a scoprirli e ad interessarsi alle loro idee. Le aziende hanno cominciato a pubblicare e a condividere le loro visioni, idee, strategie e metodologie, allargando sempre di più i limiti di ciò che può essere condiviso senza creare attrito con il successo dell’azienda.L’economia è diventata rapidamente, nel giro di poco più di 10 anni, un’economia di informazioni, dove non la scarsità, ma l’abbondanza è la caratteristica principale. Ne consegue quindi che in un’economia delle informazioni dove domina l’abbondanza, chi scompare dalla realtà è chi non pubblica, chi non condivide, chi rimane silenzioso perché timoroso e preoccupato sul cosa dire. Chi non è presente nel flusso delle notizie, dei social, dei siti online oggi è come se non esistesse. “Non ha neanche un sito web” è una frase che senti dire quando incontro una di quelle aziende o consulenti che sono rimasti indietro nel tempo e che pensano ancora di poter sopravvivere senza partecipare al dialogo che si è aperto online. “Ma Robin, se condivido online il mio progetto, la mia idea, rischio che qualcuno me la rubi e la faccia prima di me, e poi io che faccio?”.Questa è la perplessità più frequente che sento.Chi la manifesta, spesso non si rende conto che le idee le hanno tutti, e che averne una, non ci rende speciali o particolarmente attraenti, a meno che siamo in grado di realizzarla.Ma quanti chance abbiamo secondo te di realizzare un’idea che teniamo nascosta?Zero.Oggi chi è ricercato, chi vale, chi è richiesto a gran voce, non è chi ha idee, ma chi è in grado di farle conoscere prima (venderle al pubblico) e poi di realizzarle. Chi sa trovare persone e risorse ideali per trasformare idee in realtà, spendendo poco e avendo dimostrato sul campo di saper ottenere risultati concreti in tempi brevi. Quindi vediamo un attimo quali sono i vantaggi e gli svantaggi di tenere per sé le proprie idee, così come i pro e i contro di condividerle apertamente:...A) Tenere Le Idee Nascoste*Pro*Nessuno te le può rubare (assumendo che solo tu possa avere avuto quell’idea tra milioni di persone).*Contro*Finché la tua idea non è realizzata è come non averla avuta, visto che non ne puoi parlare a nessuno.E’ più difficile trovare partner, collaboratori e investitori, visto che a meno che non ci parli personalmente, facendo sottoscrivere degli accordi di confidenzialità, nessuno può venire a conoscenza delle tue idee....B) Condividere Pubblicamente*Pro*- Condividendo idee valide puoi da subito guadagnare reputazione e credibilità, semplicemente perché non solo hai avuto un’idea valida, ma soprattutto perché sei riuscito ad articolarla e a presentarla in maniera chiara agli altri.- Chi è interessato alla tua idea, è in grado di contribuire o vede un ottimo investimento si farà avanti per saperne di più, per conoscerti e per trovare forme di collaborazione.- Condividendo la tua idea potrai confrontarti più facilmente con altri che hanno fatto o tentato percorsi simili e scoprire quali ostacoli hanno dovuto superare e che problemi hanno incontrato. - Condividendo idee, metodologie e risorse di valore, pubblicamente, senza chiedere nulla in cambio, offre la possibilità di farsi apprezzare e di accrescere la propria reputazione e credibilità a costo zero. - Condividendo, puoi entrare in contatto con persone e organizzazioni affini al tuo progetto che possono contribuire, esempi, idee e suggerimenti che possono migliorare la tua idea originale del 1000%. .*Contro*- Dovrai darti da fare per condividere. Comunicare in maniera efficace cosa hai nella testa di modo che gli altri non solo capiscano, ma siano affascinati e coinvolti richiede tanta dedizione e allenamento. .....-------------Info Utili• Musica di questa puntata: "Movin" by Joakim Karud - disponibile su Bandcamp:https://joakimkarud.bandcamp.com/track/movin-w-blue-wednesday• Dammi feedback:critiche, commenti, suggerimenti, idee e domande unendoti al gruppo Telegram https://t.me/@RobinGoodPodcastFeedback• Ascolta e condividi questo podcast:https://gopod.me/RobinGood• Diventa sostenitore:sostieni il lavoro di Robin Good e tutti i contenuti e risorse utili che condivide costantementehttps://Patreon.com/Robin_Good • Seguimi su Telegram:https://t.me/RobinGoodItalia (tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)oppurehttps://facebook.com/RobinGoodItalia/ (Pagina Facebook ufficiale)• Newsletter:http://robingood.it/toptools-newsletter • Per info e richieste:mailto: Ludovica.Scarfiotti@robingood.it
*Business strategy in tempi di crisi economica*Alla luce della più grande crisi della storia economica moderna qual è la strategia di business più sensata da prendere in considerazione ORA?Se non lo hai ancora fatto, inizia subito a creare un tuo business online.Se hai già un business fisico come un negozio, organizzati e preparati in modo da poter continuare a farlo funzionare senza avere più una presenza fisica (oppure riconsidera, il settore e la nicchia di mercato in cui operare).Posizionati in un nicchia specifica di mercato - ciò vuol dire scegliere in maniera scientifica un problema, un interesse o un’esigenza specifica relativa ad un gruppo di persone ben definito.Comincia a costruire subito (se già non le hai e non le puoi mostrare) le credenziali che dimostrino la tua competenza e credibilità in quel settore specifico.Cura e coltiva le relazioni dirette con ognuna delle persone interessate alla tua offerta e fai in modo che non siano abbandonate a se stesse. Crea uno spazio dove seguire e curarle.Inizia a vendere. Sperimenta, testa, esplora.Per coloro che non avevano un negozio fisico, ma la cui attività si basava principalmente su qualcosa che avveniva fisicamente (animatori, insegnanti, fotografi, videomaker, etc.) è saggio pensare da subito a qualcosa che sostituisca / rimpiazzi / migliori la loro attività e che possa essere svolto 100% online. In questi casi devo pensare a qualcosa di simile, che valorizzi le mie competenze ma che non richieda la presenza fisica. In alcuni sarà necessario ripensare integralmente la propria attività e fare proprie nuove competenze. Una strada veloce per poterle far proprie è quella di affiancare qualcuno che è già esperto e navigato in quel settore. Don’t wait to do this until it is indispensable. Do it ahead of time......-------------Info Utili• Musica di questa puntata: "Ocean" by Joakim Karud - disponibile su Bandcamp:https://joakimkarud.bandcamp.com/track/ocean• Dammi feedback:critiche, commenti, suggerimenti, idee e domande unendoti al gruppo Telegram https://t.me/@RobinGoodPodcastFeedback• Ascolta e condividi questo podcast:https://gopod.me/RobinGood• Diventa sostenitore:sostieni il lavoro di Robin Good e tutti i contenuti e risorse utili che condivide costantementehttps://Patreon.com/Robin_Good • Seguimi su Telegram:https://t.me/RobinGoodItalia (tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)oppurehttps://facebook.com/RobinGoodItalia/ (Pagina Facebook ufficiale)• Newsletter:http://robingood.it/toptools-newsletter • Per info e richieste:mailto: Ludovica.Scarfiotti@robingood.it
*Come fare un podcast che domina la sua nicchia di mercato*Come creare valore e aumentare la propria credibilità a livello esponenziale curando la propria nicchia di mercato in un podcast. Che cosa intendo con curare la propria nicchia di mercato?Intendo il monitorare, seguire, ascoltare e leggere quello che tutti i migliori giornalisti, blogger, podcast e video maker nella mia nicchia dicono, scrivono, condividono per poi estrarre e distillare le cose più interessanti che hanno detto. Una specie di audio-telegiornale del settore nel quale presenti, contestualizzi e commenti la crema di ciò che è stato detto estraendo spezzoni e passaggi dai podcast originali.Non un lavoro alla portata di tutti, ed è proprio per questo che lo suggerisco. Solo chi è veramente un conoscitore, o un grande appassionato e studioso della propria nicchia di mercato, può portare avanti con successo una sfida del genere. L’impegno richiesto da un podcast così strutturato penso possa essere ben ripagato dalla unicità formidabile del format, dalla visibilità che potrà concedere tirando in ballo e citando ogni volta fonti diverse e rilevanti nel settore, e dalla inevitabile crescita di credibilità e reputazione che verrà attribuita a chi dimostrerà di essere in grado di portare avanti una produzione di questo genere. Il vantaggio in termini di risparmio di tempo che si offre ai propri lettori è immenso. Tutti gli autori dei podcast che vengono “citati” ricevono pubblicità gratuita e la sola citazione nel podcast che li raccoglie li eleva a punti di riferimento rilevanti. E’ una situazione win-win dove tutti hanno un beneficio: il podcaster che lo fa, gli altri autori di podcast coinvolti e gli ascoltatori. ...-------------Info Utili• Musica di questa puntata: "Palm Trees" by Joakim Karud - disponibile su Bandcamp:https://joakimkarud.bandcamp.com/track/palm-trees• Dammi feedback:critiche, commenti, suggerimenti, idee e domande unendoti al gruppo Telegram https://t.me/@RobinGoodPodcastFeedback• Ascolta e condividi questo podcast:https://gopod.me/RobinGood• Diventa sostenitore:sostieni il lavoro di Robin Good e tutti i contenuti e risorse utili che condivide costantementehttps://Patreon.com/Robin_Good • Seguimi su Telegram:https://t.me/RobinGoodItalia (tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)oppurehttps://facebook.com/RobinGoodItalia/ (Pagina Facebook ufficiale)• Newsletter:http://robingood.it/toptools-newsletter • Per info e richieste:mailto: Ludovica.Scarfiotti@robingood.it
*Come monetizzare un podcast*I modelli di monetizzazione che possono essere applicati a chi pubblica un podcast sono più o meno gli stessi che possono essere adottati da chi crea contenuti di altro tipo (testi, guide, video, etc.)...I più utilizzati sono questi:1) Abbonamento / sottoscrizioni: Gli ascoltatori pagano per accedere al tuo podcast o ad una versione speciale ed esclusiva non disponibile a tutti - la versione gratis esce ad esempio una volta a settimana e la versione Premium tutti i giorni.2) Crowdfunding (es.: Patreon):Gli ascoltatori donano una somma mensile per sostenere e partecipare in qualche modo alla produzione del tuo podcast (attraverso la possibilità di sottoporre domande, di influenzare i temi trattati, di scegliere e votare i prossimi ospiti da intervistare, etc.).3) Sponsorship / pubblicità:Il podcast è finanziato da servizi e prodotti che sponsorizzano l’intera puntata, una sezione specifica, oppure che inseriscono pubblicità vere e proprie nella programmazione. 4) Promozione di prodotti affiliati:Il podcast si finanzia attraverso la recensione di prodotti e servizi terzi che, offrono commissioni sulle vendite.5) Vendita di info-prodotti (corsi, guide, ebook, etc.):Il podcast viene utilizzato come veicolo per promuovere costantemente servizi o prodotti informativi creati ad hoc per il proprio pubblico.6) Vendita di consulenze:Il podcast racconta storie di problemi realmente avvenuti e di come sono stati risolti, promuovendo in maniera discreta consulenze dirette a distanza (chiamate via Skype e similari)...La mia esperienza personale. Io non uso il podcast come strumento per monetizzare in maniera diretta. Il podcast è per me uno strumento per farmi conoscere e farmi apprezzare nel tempo da chi è mio cliente, sostenitore o da chi lo deve ancora diventare. E’ uno strumento per condividere valore, farmi apprezzare e farmi conoscere più da vicino. ...-------------Info Utili• Musica di questa puntata: "Rainy Days" by Joakim Karus - disponibile su Bandcamp:https://joakimkarud.bandcamp.com/track/rainy-days• Dammi feedback:critiche, commenti, suggerimenti, idee e domande unendoti al gruppo Telegram https://t.me/@RobinGoodPodcastFeedback• Ascolta e condividi questo podcast:https://gopod.me/RobinGood• Diventa sostenitore:sostieni il lavoro di Robin Good e tutti i contenuti e risorse utili che condivide costantementehttps://Patreon.com/Robin_Good • Seguimi su Telegram:https://t.me/RobinGoodItalia (tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)oppurehttps://facebook.com/RobinGoodItalia/ (Pagina Facebook ufficiale)• Newsletter:http://robingood.it/toptools-newsletter • Per info e richieste:mailto: Ludovica.Scarfiotti@robingood.it
*Potresti essere un buon podcaster?*Come fare per valutare?In generale, coloro che hanno maggiori possibilità di realizzare un podcast ed avere successo sono coloro che:- Hanno delle idee e desiderano condividerle- Sono pensatori, strateghi più che esecutori, produttori- Sanno parlare in buon italiano, sapendo esprimere in maniera chiara e comprensibile le proprie idee- Hanno storie, aneddoti, esempi continui di come affrontare i problemi caratteristici della propria nicchia- Amano aumentare la loro credibilità, visibilità e prestigio, senza doversi mettere a scrivere- Vogliono sviluppare una relazione più personale ed intima con il proprio pubblico-------------Info Utili• Musica di questa puntata: "Show Love" by Joakim Karud - disponibile su Bandcamp:https://joakimkarud.bandcamp.com/track/show-love• Dammi feedback:critiche, commenti, suggerimenti, idee e domande unendoti al gruppo Telegram https://t.me/@RobinGoodPodcastFeedback• Ascolta e condividi questo podcast:https://gopod.me/RobinGood• Diventa sostenitore:sostieni il lavoro di Robin Good e tutti i contenuti e risorse utili che condivide costantementehttps://Patreon.com/Robin_Good • Seguimi su Telegram:https://t.me/RobinGoodItalia (tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)oppurehttps://facebook.com/RobinGoodItalia/ (Pagina Facebook ufficiale)• Newsletter:http://robingood.it/toptools-newsletter • Per info e richieste:mailto: Ludovica.Scarfiotti@robingood.it
*Come trascrivere automaticamente un podcast (gratis)*Perché trascrivere un podcast: a) Per creare note di accompagnamento al podcast - indice dei contenuti del podcastb) Per poter produrre altri contenuti: es.: un articolo, un post per i social, un video con sottotitoli, etc. sullo stesso argomentoFino ad oggi, se volevo trascrivere l’audio di un podcast avevo queste alternative:1) Scrivere il testo del podcast prima di registrare la puntata e leggere il testo nella puntata.2) Sbobinare a mano, a registrazione avvenuta, riascoltando passo-passo l’audio e trascrivendolo a mano. 3) Utilizzare un servizio online che fa trascrizioni da audio o video, tipo Castingwords o Rev.4) Utilizzare un servizio online che trascrive automaticamente audio o video come Headliner.app, e altriCome fare una trascrizione automaticamente di un podcast usando Google Documenti:1) Prepara la registrazione della puntata del tuo podcast da trascrivere come se la volessi riascoltare attraverso i tuoi altoparlanti2) Apri un Documento di Google3) Vai nel menu “Strumenti” e seleziona “Digitazione Vocale”4) Clicca sul bottone con il microfono per avviare la dettatura5) Avvia il playback dell’audio del tuo podcast6) Lascia che Google Documenti interpreti e trascriva. *Nota Bene: Mentre Google Documenti trascrive il tuo audio, vedrai che la trascrizione si ferma e poi riprende dopo un pò. Questo è del tutto normale perché Google Documenti cerca di capire dal “contesto” delle altre cose che dici quali sono le parole corrette da inserire. Per questo non vedi la trascrizione apparire simultaneamente al playback dell’audio.A seconda di quanto chiaro e comprensibile e l’audio originale del tuo podcast tanto più precisa e accurata sarà la trascrizione.7) Quando sarà terminato l’audio del tuo podcast, potrai verificare e correggere a mano i punti dove la trascrizione automatica ha commesso degli errori.Riferimenti:Google Documentihttps://docs.google.comCastingWordshttps://castingwords.comRevhttps://rev.comSbobina.ithttps://sbobina.it-------------Info Utili• Musica di questa puntata: "Stay Cool" by Joakim Karud - disponibile su Bandcamp:https://joakimkarud.bandcamp.com/track/stay-cool• Dammi feedback:critiche, commenti, suggerimenti, idee e domande unendoti al gruppo Telegram https://t.me/@RobinGoodPodcastFeedback• Ascolta e condividi questo podcast:https://gopod.me/RobinGood• Diventa sostenitore:sostieni il lavoro di Robin Good e tutti i contenuti e risorse utili che condivide costantementehttps://Patreon.com/Robin_Good • Seguimi su Telegram:https://t.me/RobinGoodItalia (tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)oppurehttps://facebook.com/RobinGoodItalia/ (Pagina Facebook ufficiale)• Newsletter:http://robingood.it/toptools-newsletter • Per info e richieste:mailto: Ludovica.Scarfiotti@robingood.it
Futuro del podcasting (Trends)Che cosa intravedo nel prossimo (a breve) futuro, per chi fa podcasting.1) Interviste di SettorePodcaster che si specializzano nell’intervistare persone / addetti ai lavori in un settore specifico, o su un tema particolare. Con continuità nel tempo. 2) TOC interactiveIndicizzazione completa del podcast di modo che posso cliccare e andare a qualsiasi punto dello stesso, non dovendolo ascoltare obbligatoriamente in maniera lineare. Vedi http://smashnotes.com/3) Podcast Curation Discovery di contenuti e passaggi interessanti da altri podcast con commento, opinione e analisi. Intravedo una tipologia di podcast dove forse non sentirò mai la vera voce del podcaster / autore. L’autore potrà scrivere i testi e farli interpretare ad una voce artificiale, e concentrare i suoi sforzi nel trovare, raccogliere e “pulire” passaggi audio estratti da altri podcast che raccolti insieme in un episodio, esplorano un argomento particolare.5) AI Soundtracks. Colonne sonore per podcast generate automaticamente e su misura per le esigenze del podcaster. (per ora c'è https://evokemusic.ai/)6) Cross-Format Content ProductionDa un podcast vengono prodotti più o meno automaticamente tutta una serie di contenuti più leggeri e utilizzabili sui social media come *storie*, micro-video in stile Lumen5 o semplici post..7) Formati Brevi (ed anche più lunghi)Prevedo una crescita importante dei formati brevi, sotto i 10 minuti. 8) Trascrizione IntegrataE' dietro l'angolo l'integrazione di funzioni di trascrizione automatica per qualsiasi strumento o servizio dove si registrano o pubblicano podcast 9) Ascolto in Qualsiasi LinguaQuesto richiederà un pochino più di tempo ma la tecnologia in realtà è già qui. Tra motori di trascrizione automatica in qualsiasi lingua e software in grado di convertire qualsiasi testo in voci umane sempre più realistiche, ciò che manca è soltanto di attendere che i tool di trascrizione automatica migliorino ancora un pò la loro precisione e poi ci dovremmo essere.-------------Info Utili• Musica di questa puntata: "Wants To" by Birocratic - disponibile su Bandcamp:https://birocratic.bandcamp.com/track/wants-to• Dammi feedback:critiche, commenti, suggerimenti, idee e domande unendoti al gruppo Telegram https://t.me/@RobinGoodPodcastFeedback• Ascolta e condividi questo podcast:https://gopod.me/RobinGood• Diventa sostenitore:sostieni il lavoro di Robin Good e tutti i contenuti e risorse utili che condivide costantementehttps://Patreon.com/Robin_Good • Seguimi su Telegram:https://t.me/RobinGoodItalia (tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)oppurehttps://facebook.com/RobinGoodItalia/ (Pagina Facebook ufficiale)• Newsletter:http://robingood.it/toptools-newsletter • Per info e richieste:mailto: Ludovica.Scarfiotti@robingood.it
Podcasting: Come Fare una Buona Intervista10 consigli pratici.1) Organizza un pre-colloquio con l’intervistato per capire bene con chi hai a che fare.Mettiti d’accordo prima con l’intervistato sui tempi di risposta che ha a disposizione; se può andare a ruota libera o altro.2) Introduci bene, offri contesto e non dare nulla per scontato, ma spiega con chiarezza le cose. Spiega la rilevanza dell’intervistato per la tua nicchia.3) Detta i tempi dell’intervista. 4) Sintetizza, cristallizza ciò che l'interlocutore dice, sia per vedere se hai capito bene sia per rendere più semplice e chiaro agli ascoltatori ciò che è stato detto.5) Non interrompere mai il tuo interlocutore. Non fare domande prima di lasciar finire il discorso.6) Fai domande interessanti, precise, curiose e profonde. Scava. Chiede il perché. Non fa chiacchiericcio e PR. Mette in difficoltà, laddove necessario, l’interlocutore (in maniera cortese ed educata, come farebbe un buon giornalista - non ce ne sono più).7) Non anticipare le risposte. Non mette le risposte in bocca all’interlocutore. Fa domanda serie, aperte. 8) Non riderti addosso per fare il simpatico. Serio, investigativo. No al modello TV amicone. Limita le domande di cortesia.9) Fai da tramite delle domande che il pubblico fa o vorrebbe fare10) Sii trasparente - fornisci apertamente info sul suo motivo di intervista, rapporti, relazioni, interessi e vantaggi. -------------Info Utili• Musica di questa puntata: "Backhome" by Moose Dawa - disponibile su Bandcamp:https://birocratic.bandcamp.com/track/stay-gold• Dammi feedback:critiche, commenti, suggerimenti, idee e domande unendoti al gruppo Telegram https://t.me/@RobinGoodPodcastFeedback• Ascolta e condividi questo podcast:https://gopod.me/RobinGood• Diventa sostenitore:sostieni il lavoro di Robin Good e tutti i contenuti e risorse utili che condivide costantementehttps://Patreon.com/Robin_Good • Seguimi su Telegram:https://t.me/RobinGoodItalia (tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)oppurehttps://facebook.com/RobinGoodItalia/ (Pagina Facebook ufficiale)• Newsletter:http://robingood.it/toptools-newsletter • Per info e richieste:mailto: Ludovica.Scarfiotti@robingood.it
Marketing Tips per chi Inizia con il Podcasting1) Intervista gli Esperti Contatta e invita tutti i punti di riferimento nella tua nicchia di mercato Tecnica per arrivare ai più grandi e meno approcciabili2) Analizza Periodicamente i Tuoi ConcorrentiVai a vedere cosa fanno quelli che sono più esperti di te (e che fanno podcast) per allargare i tuoi orizzonti3) Titola le Puntate del Podcast per GoogleUtilizza i principi della SEO per far si che Google e altri motori di ricerca, possano indicizzare in maniera corretta i tuoi contenuti in modo che siano facilmente trovabili da chi è interessato a quel argomento specifico.4) Le Note del Podcast Sono VitaliDedica tempo e attenzione al fornire tutte le informazioni utili agli ascoltatori del tuo podcast. Da una possibile trascrizione completa (usando la soluzione gratuita che ti ho suggerito nel precedente episodio), ai link alle persone, eventi e app che hai menzionato. 5) Produci Altri FormatUtilizza il tuo podcast per generare altri contenuti in format diversi. Blog post, contenuti per i social, brevi video, riassunti e sintesi. -------------Info Utili• Musica di questa puntata: "Misty" by Birocratic - disponibile su Bandcamp:https://birocratic.bandcamp.com/track/misty-2• Dammi feedback:critiche, commenti, suggerimenti, idee e domande unendoti al gruppo Telegram https://t.me/@RobinGoodPodcastFeedback• Ascolta e condividi questo podcast:https://gopod.me/RobinGood• Diventa sostenitore:sostieni il lavoro di Robin Good e tutti i contenuti e risorse utili che condivide costantementehttps://Patreon.com/Robin_Good • Seguimi su Telegram:https://t.me/RobinGoodItalia (tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)oppurehttps://facebook.com/RobinGoodItalia/ (Pagina Facebook ufficiale)• Newsletter:http://robingood.it/toptools-newsletter • Per info e richieste:mailto: Ludovica.Scarfiotti@robingood.it
Podcasting: Tool & Strumenti Utili II1) Google dei podcast- https://listennotes.com2) Dove pubblicare il podcast- https://spreaker.com- https://libsyn.com- https://anchor.fm3) Post-produzione e ottimizzazione audio- https://alitu.com- https://auphonic.com- https://sone.app/ *4) Registrare interviste- https://skype.com- https://www.ecamm.com/mac/callrecorder/- http://ringr.com- https://zencastr.com/ *5) Creare indice cliccabile del podcasthttp://smashnotes.com/ 6) Promozione podcast (a livello nazionale e internazionale)Podcast Community Italia - directory - https://airtable.com/shrnJYpUu28mBbSSNVota podcast su - https://airtable.com/shra08IWoHxgywwriPodcasting directories - http://www.podcasting-tools.com/podcasting-directory-comparison.htm7) Audio trimminghttps://audiotrimmer.com8) Podcast Analyticshttps://chartable.com/ *(tool gentilmente suggeriti da Alfonso Selva autore del podcast "Finanza Semplice" - https://podcasts.apple.com/it/podcast/finanza-semplice-di-alfonso-selva/id1502910277?i=1000472663787) -------------Info Utili• Musica di questa puntata: "Swing Low" by Birocratic - disponibile su Bandcamp:https://birocratic.bandcamp.com/track/swing-low• Dammi feedback:critiche, commenti, suggerimenti, idee e domande unendoti al gruppo Telegram https://t.me/@RobinGoodPodcastFeedback• Ascolta e condividi questo podcast:https://gopod.me/RobinGood• Diventa sostenitore:sostieni il lavoro di Robin Good e tutti i contenuti e risorse utili che condivide costantementehttps://Patreon.com/Robin_Good • Seguimi su Telegram:https://t.me/RobinGoodItalia (tutti i miei contenuti, immagini, audio e video in un solo canale)oppurehttps://facebook.com/RobinGoodItalia/ (Pagina Facebook ufficiale)• Newsletter:http://robingood.it/toptools-newsletter • Per info e richieste:mailto: Ludovica.Scarfiotti@robingood.it
loading
Comments (1)

Fabio Crestale

Grande tributo di Robin al mio amico Stefano 2.0 di Ascoltare Podcast.

Feb 2nd
Reply
Download from Google Play
Download from App Store