Claim Ownership

Author:

Subscribed: 0Played: 0
Share

Description

 Episodes
Reverse
Il Drago è ovunque

Il Drago è ovunque

2022-05-1909:42

Conoscete la leggenda che si nasconde dietro "il biscione" simbolo di Milano? Oggi ve la racconto. Si dice che un tempo molto lontano, nella zona tra Bergamo, Lodi, Cremona e Milano esistesse un enorme lago. E qui viveva uno spaventoso mostro alato chiamato Tarantasio...~.~.~Voce e testo: Lucia L. FerrariMusiche: Kingsley Elliot Kaye
Non sognare il futuro

Non sognare il futuro

2022-03-0213:14

"L'universo è grande. E' vasto, e complicato, e ridicolo. Ed a volte, di rado, cose impossibili possono accadere e noi le chiamiamo miracoli."Qualcuno di voi avrà riconosciuto questa citazione. L'ha detta il dodicesimo dottore nella più longeva serie della storia della TV, il DR.Who.Ed è una frase più che mai adatta alle storie che vi ho raccontato nello scorsoepisodio e a quelle che vi sto per raccontare. Perché forse questi eventi incredibili non sono davvero miracoli, forse ancora non sappiamo abbastanza, anzi, di sicuro nonsappiamo abbastanza. L'umanità ha ancora molta strada da fare, ma sognare non costanulla.*Questo è il seguito dell'episodio "Non fermarti nel passato"*Testo e voce: Lucia L. FerrariMusiche di Kingsley Elliot Kaye
Ah, i viaggi nel tempo...esiste qualcuno che, anche solo per un momento, non abbia fantasticato su questa possibilità? Cosa fareste? Dove andreste? Cosa direste a voi stessi nel passato? Chi vorreste conoscere...o magari rivedere? Oggi però non vi parlerò di fantomatici macchinari e missioni speciali nel futuro. Vi racconterò invece di eventi straordinari accaduti a gente comune. E voi come me forse non potrete fare a meno di chiedervi...davvero possiamo andare solo avanti?
Trailer VIVI

Trailer VIVI

2022-01-3101:10

Perché ci si bacia sotto il vischio? Andiamo a scoprire insieme la leggenda all'origine di questa usanza un po' speciale. Buon Natale!~.~.~Voce e testo: Lucia L. FerrariMusiche: Kingsley Elliot Kaye
Era il 4 dicembre 1872. Il Dei Gratia, brigantino canadese navigava a largo delle isole Azzorre quando avvistò un'altra nave che si avvicinava con manovre strane e apparentemente senza senso. La nave era la Mary Celeste, in buone condizioni, con attrezzatura e carico quasi intatti, ma era alla deriva. E del suo equipaggio, vivo o morto che fosse, non era rimasta traccia.~.~.~Voce e testo: Lucia L. FerrariMusiche: Kingsley Elliot Kaye
Margherita

Margherita

2021-09-3012:02

"Era la più nobile e la più bella donna di Milano. La più nobile, perché era una Visconti; la più bella, perché si chiamava Margherita"Nacque in una delle famiglie nobili più antiche d'Italia, eppure, né il suo nome, né le ricchezze poterono salvarla da un tragico destino. E si dice che il suo spirito ancora si aggiri senza pace in quella torre ormai in rovina...Testo e voce: Lucia Laura FerrariMusiche: Kingsley Elliot Kaye
E' la mattina del 2 luglio 1937. Amelia Earhart e il suo navigatore Fred Noonan sono attesi sulla piccolissima isola di Howland nel mezzo dell'Oceano Pacifico. I due erano partiti da Lae in Nuova Guinea per quella che era considerata la tappa più difficile e pericolosa del loro viaggio intorno al mondo. Km e km senza terra in vista. Sotto di loro solo acqua. A bordo dell'Electra, uno dei velivoli più moderni dell'epoca, modificato appositamente per quell'impresa secondo le richieste della Earhart.Vicino all'isola li aspetta l'Itasca, nave della Guardia Costiera Americana, con il compito di assisterli durante e il viaggio. Le comunicazioni via radio sono difficili e complicate e le condizioni meteo non sono buone. Alle 7.42 il radioperatore riceve questo messaggio dall'Electra:«Dovremmo essere sopra di voi, ma non riusciamo a vedervi — ma il carburante si sta esaurendo. Non siamo riusciti a raggiungervi via radio. Stiamo volando a 1 000 piedi» La Earhart non riesce a sentire i messaggi dell'Itasca, né a determinare la posizione dei segnali inviati in codice Morse.Alle 8.43 un'altra trasmissione. L'ultima ufficiale.“Siamo sulla linea 157 337. Ripeteremo questo messaggio. Ripeteremo questo messaggio a 6 210 kHz. Attendete”E poi il silenzio. Sono passati 83 anni. Ma la scomparsa della grande aviatrice americana è ancora uno dei misteri irrisolti più affascinanti e discussi della storia.E il mondo non ha smesso di chiedersi: che fine ha fatto Amelia Earhart?Testo e voce: Lucia L. FerrariMusiche: Kingsley Elliot Kaye
Il resoconto di una vicenda accaduta nel 1904. Strani e inquietanti fenomeni si verificarono in un cascinale in mezzo ai boschi di una bellissima valle svizzera.Testo e voce: Lucia L. FerrariMusiche di Kingsley Elliot Kaye
La città perduta

La città perduta

2020-12-0709:20

A noi piace guardare sotto la superficie. Nel profondo. E sotto le acque di questo piccolo e splendido lago, il lago di Monate, secondo un'antica leggenda, si nasconderebbe qualcosa di più. Una città. Che come Atlantide venne punita e sommersa, ma che ancora, nelle notti di Natale, dalle profondità fa risuonare le sue campane in memoria di ciò che fu.~.~.~Voce: Lucia L. FerrariTesto: Lucia L. FerrariMusiche: Kingsley Elliot Kaye
Il mistero di Taos

Il mistero di Taos

2020-11-1720:361

"Tanti colori, tante figure celebri, ma c'è qualcos'altro in questa cittadina, qualcosa di più misterioso e profondo, qualcosa che non potete vedere, ma che alcuni, pochi tra voi, potranno forse sentire. E non sappiamo dire se questa sia una fortuna, un dono o una maledizione."Voce: Lucia L. FerrariTesto: Lucia L. FerrariMusiche: Kingsley Elliot Kaye*La parte iniziale è tratta da "Il cuore rivelatore" di Edgar Allan Poe
Quando la paura ci attanaglia, lasciamoci prendere per mano da lei. E lasciamo che ci conduca in luoghi e spazi sicuri, reali e immaginari. La paura sta nel mezzo, tra l’incoscienza e l’eccesso di fobia. Una breve riflessione per i due anni esatti dall’uscita del primo episodio di Vivi, intitolato I Mazzarditi, i pirati del Lago Maggiore. Nel momento storico che stiamo vivendo pare, a tratti di trovarsi nel mare in tempesta. Ma la luce di un faro, se la sappiamo vedere, ci porterà su lidi più sicuri.Voce: Lucia L. FerrariTesto: Federica BajMusiche: Kingsley Elliot Kaye
In principio fu Samhain, il capodanno celtico che, in origine, si celebrava nella notte tra il 31 ottobre e il primo novembre. Poi arrivò la Notte di Ognissanti e infine Halloween. Tra antiche e nuove usanze, le prossime ore di tenebra sono festeggiate, da millenni, in tutto il mondo. Protagonista è la MORTE, che solo in apparenza è “FINE”. In realtà sotto la terra coperta dal gelo invernale, una nuova vita germoglia in silenzio.Voce: Lucia L. FerrariTesto: Federica BajMusiche: Kingsley Elliot Kaye
Il fiume bianco è una storia che arriva da lontano. Nasce dalle inquietudini di un ragazzino che affronta le prime prove di coraggio, nasce dalle oscure leggende di paese, nasce da alcuni episodi di cronaca che si sono mescolati con l'orrore nelle memorie di chi all'epoca aveva pochi anni.Ed è un viaggio nella solitudine. Una solitudine che è insieme rifugio e condanna.*********Maico Morellini, classe 1977, vive in provincia di Reggio Emilia e lavora nel settore informatico. Con il suo primo romanzo di fantascienza, "Il Re Nero", ha vinto il Premio Urania 2010, pubblicato nel novembre del 2011 da Mondadori. Nel 2014 ha creato per Delos Digital la serie hard science fiction "I Necronauti" e nel 2016 il suo secondo romanzo di fantascienza, "La terza memoria", è uscito su "Urania" mentre sempre nel 2016 è stata pubblicata da Vincent Books l’antologia di fantascienza ‘Voci della Polis’. Il suo romanzo “Il diario dell’estinzione”, pubblicato da Watson Edizioni nel 2018, ha vinto il Premio Italia come miglior fantasy. Ha pubblicato racconti su diverse antologie. ‘Il fiume bianco’, racconto di questo podcast, risale al 2004 ed è un omaggio a una di quelle leggende di paese tanto care alla Pianura Padana. Da bambino l’Albero del racconto lo ha tenuto sveglio per parecchie nottate. ‘Il fiume bianco’ fa parte di ‘7 Note Nere’, una raccolta di racconti horror-weird pubblicata da Delos Digital.Voce: Lucia L. FerrariTesto: Maico Morellini
La Sibilla dell’Adda

La Sibilla dell’Adda

2020-06-2527:07

E' la mattina del 25 novembre 1650. Nella piccola cittadina di Cassano d'Adda, nel cuore della pianura padana, una figura spettrale di nero vestita percorre veloce un sentiero nella brughiera. E' una donna, con gli occhi spiritati e l'aria da folle. La chiamano la Sibilla e nasconde un orribile segreto. Un segreto che minaccia di spezzare legami e distruggere vite.Un segreto che non dovrebbe mai essere svelato.Testo: Lucia L. FerrariVoce: Lucia L. FerrariMusiche: Kingsley Elliot Kaye
Solitudine e Fantasia

Solitudine e Fantasia

2020-04-1206:58

Dalle nostre case alle vostre, Vivi augura a tutti voi una Buona Pasqua. Scegliamo due parole che vi siano da guida in questi strani giorni di festa. Solitudine e fantasia. La seconda parola possa rendere più gradevole la prima...Testo: Federica BajVoce: Lucia L. Ferrari
Una visita virtuale, perché di questi tempi altro non può essere, in uno dei luoghi più suggestivi del Varesotto. Torba con il suo monastero, patrimonio del Fai, è un luogo carico di mistero. Per la sua architettura e per la sua storia. In un lontano passato fu abitato da una comunità di monache benedettine. Alcune di loro, ancora oggi si aggirano nella brughiera e nei boschi attorno all’edificio. Anime in pena che cercano di rientrare in quella che fu per secoli la loro dimora. Questa è la loro storia e quella di un inquietante affresco che le raffigura.Testo: Federica BajVoce: Lucia L. Ferrari
Il fantasma numero 0

Il fantasma numero 0

2020-02-2711:35

Il suo nome era Atenodoro. Professione filosofo. E con “filosofia” riuscì a non farsi travolgere dalla vicenda che lo vide protagonista: un vecchio edificio e il spettro che lo abitava. Questa è la storia documentata, in una lettera di Plinio il giovane nel I secolo D.C., del primo caso di infestazione di una casa e, di conseguenza, del primo vero fantasma della Storia.Testo: Federica BajVoce: Lucia L. Ferrari
Una vacanza tra amici, le dolci colline del Chianti in tempo di vendemmia. Una notte di luna piena e un cavallo al galoppo che sfreccia nell’oscurità. A distanza di quarant’anni c’è chi ancora ricorda quel momento: l’incontro con uno dei fantasmi più conosciuti e longevi d’Italia. Quello del barone Bettino Ricasoli che in sella al suo destriero, ieri come oggi, si manifesta nei boschi di querce e castagni con l’impalpabile leggerezza di spettro. Questa è la sua storia.Testo: Federica BajVoce: Lucia L. Ferrari
Per quest’anno che sta arrivando vi auguriamo l’essenziale. Un foglio di carta e una matita. Un foglio di carta, una matita e un viaggio. Dal vecchio al nuovo. Dal noto all’ignoto che ci attende. Attraversando un ruscello o un fiume in piena per raggiungere, forse chissà, quella luce lontana che vi porterà… quello che più desiderate . E’ il nostro augurio, l’augurio di Vivi per tutti voi.Testo: Federica BajVoce: Lucia L. Ferrari
Comments (1)

Fabio Crestale

Un episodio ambientato ai giorni nostri (quasi). Una novità, brave ragazze 😄

Feb 1st
Reply
Download from Google Play
Download from App Store