DiscoverStoria d'Italia
Storia d'Italia

Storia d'Italia

Author: storiaitalia

Subscribed: 328Played: 2,954
Share

Description

Podcast che ripercorre la lunga e complessa storia italiana, da Costantino fino ai nostri giorni, passando per il tardo impero, la tarda antichità, l'alto medioevo, l'Italia dei comuni e delle signorie, il rinascimento, i secoli delle dominazioni spagnola e austriaca fino al risorgimento e l'Italia moderna e contemporanea
21 Episodes
Reverse
Nello scorso episodio abbiamo ripercorso i primi anni della carriera del nostro vescovo di Milano preferito, Sant’Ambrogio, una figura che domina per grandezza e autorità l’ultimo scorcio di quarto secolo. Ovviamente Ambrogio non è la sola figura politica rilevante del suo tempo, l’altro grande è Teodosio, primo del suo nome, Augusto d’oriente e padrone del mondo Romano. In questo episodio i due paladini della fede nicena finiranno per scontrarsi: Chiesa e Impero si ritroveranno in disaccordo: non sarà certo l’ultima volta. Ma su entrambi spira un vento di tempesta, un vento che porterà ad un suicidio imperiale e ad un'epico scontro alle porte dell'Italia. 
L’Italia della fine del quarto secolo è dominata da una città: Milano, la capitale dell’Impero d’Occidente. E non si può comprendere la Milano di fine quarto secolo senza parlare dell’uomo che arriverà a dominarne sia lo spazio politico che le anime. Vale a dire Aurelius Ambrosius meglio conosciuto a Milano, in Italia e nel mondo con il nome con il quale è passato alla storia: Sant’Ambrogio.Visitate il mio sito www.italiastoria.com Musiche di Fernando Fidanza, grazie ancora Fernando! Ringraziamenti a i ragazzi di Extra History e ai fratelli Sean e Dean Kiner per l'autorizzazione ad utilizzare il tema di Bismarck dei loro episodi su YouTube! Se vi piace la storia visitate il loro canalehttps://www.youtube.com/watch?v=zc3Y-dU_GjM   
Nello scorso episodio abbiamo assistito alla mattanza del comitatus orientale ad Adrianopoli: i Goti, sfruttando appieno i vantaggi fornitigli dal fato, dall’avventatezza dei Romani e dalla hubris di Valente hanno inflitto ai Romani una sconfitta che non vedevano, in queste proporzioni, dai tempi di Canne. Sui campi di Adrianopoli i corpi sparsi dei migliori soldati dell’impero d’oriente, i loro generali e l’imperatore in persona fanno da cibo per i corvi. Nessun generale superstite ha agli ordini un esercito capace di fermarli. Ma qualcuno dovrà. E qualcuno proverà a farlo.
I Goti, dopo l'indecisiva battaglia "ad salices" sono riusciti a passare le difese romane sui Balcani e dilagare in Tracia per la seconda volta. Per Graziano e Valente, gli imperatori d'occidente e d'oriente, è finito il tempo delle mezze misure. In questo episodio vedremo cosa faranno entrambi gli imperatori per risolvere, una volta per tutte, il problema dei Goti. Un’azione combinata dei due imperi porterà a quella che sarà la più importante battaglia di una intera generazione, combattuta in un calda giornata di agosto nei pressi di una città della tracia: Adrianopoli.
Le due nazioni Gotiche sono state sconfitte dagli Unni. I Greutungi, assieme ad Alani e perfino Unni disertori si sono diretti verso il territorio romano, al comando di Alatheus e Saphrax. Fritigern, il Goto cristianizzato amico di Valente, ha convinto il grosso del popolo dei Tervingi a migrare verso l’impero. Romani e Goti saranno presto costretti a vivere molto più a contatto di quanto entrambi avessero mai desiderato, gli effetti saranno disastrosi. 
I Goti, hanno subito nel 376 dopo cristo una terribile sconfitta da parte dei Borg, pardon, degli Unni. Per non finire assimilati molti di loro sono fuggiti verso il Danubio, chiedendo asilo e soccorso ai Romani. Dall’altro lato del fiume i soldati dell’Impero si agitano nervosamente mentre due popoli numerosi e bellicosi si accampano sulle rive del grande fiume, con tutti i loro figli e le loro famiglie.Ma chi sono questi soldati romani? Come vivono e combattono? Chi sono i loro ufficiali? Immagino pensiate di conoscerli: solidi soldati romani ricoperti di acciaio, armati di scudo e gladio, inquadrati in legioni di 5-6 mila uomini, divise a loro volta in centurie e coorti. Soldati abituati a combattere a piedi e al comando di Centurioni con una specie di scopettone in testa.Eppure l'esercito del tardo impero era molto, molto diverso da quello che siamo solito immaginarci quando pensiamo ai Romani. Ahimè è anche meno conosciuto, visto che era una organizzazione per certi versi molto più complessa dell’esercito del principato, ed assai meno nota. Impariamo a conoscerlo meglio prima che Goti, Alemanni, Franchi, Svevi, Burgundi, Vandali e Unni ci si infrangano contro.
In questo episodio vedremo come il mondo dei Germani fu rivoluzionato dal contatto con le più avanzate civiltà del mondo mediterraneo. Poi ripercorreremo la storia dei Goti fino al fatidico anno del 376 dopo cristo, quando un terremoto geopolitico e un uragano militare si abbatterà sulle due confederazioni Gotiche, scombussolandole e gettando i loro rimasugli a cercare rifugio nell’impero dei Romani.
Anche io ho un carattere facile alla collera: in questo episodio ne scopriremo le conseguenze. Viaggeremo attraverso l'impero d'Occidente e capiremo i limiti della governance imperiale durante gli ultimi anni di relativa quiete per l'Impero, scossa comunque da invasioni in Pannonia, ribellioni in Africa e la sensazione di assistere all'accumularsi di una terribile tempesta. Alla fine dell'episodio arriveranno incredibili notizie dalla frontiera danubiana. Fonti: Ammiano Marcelllino, Zosimo, Orosio.Ringraziamenti per le musiche: Fernando Fidanza e Riccardo SantatoRingraziamenti per il supporto: Mariette e Paolo
Nel quale vedremo le conseguenze dell'elezione all'impero di Valentiniano e Valente: affronteremo prima di tutto della ribellione di Procopio in oriente, poi passeremo all’occidente e narreremo cosa accadrà nell’impero occidentale fino al 370 circa, vedendo all'opera un conte padre di un imperatore famoso. In oriente faremo conoscenza con i Goti Tervingi di Athanaric, all'alba degli eventi che sconquasseranno il mondo Romano. Gli ultimi anni 60' del quarto secolo non sono per nulla tranquilli tra ribellioni, invasioni, maremoti e una grande cospirazione contro i Romani.  
Giuliano è morto e giace esanime nella tenda imperiale: fuori Shapur è pronto ad attaccare i Romani. Gli ufficiali dell'esercito, come marinai di una nave in tempesta, si affideranno al primo che capita pur di avere qualcuno che li aiuti a guidarli fuori dalla Mesopotamia. Per farlo dovranno passare attraverso un'umiliazione che ricorderà le forche caudine. Dall'altro lato non ci sarà la stabilità imperiale, ma ancora caos prima di inaugurare l'ultima grande dinastia dell'Impero Romano d'Occidente.   
loading
Comments (18)

Gianluca Pecoraro

complimenti davvero!un podcast interessante chiaro e completo. difficile staccarsi...saluti

Apr 19th
Reply

Marco Cappelli

Gianluca Pecoraro Ho detto che era in Veneto? Ahi ahi.. a mia parziale discolpa è nel Veneto Romano ;)

Apr 24th
Reply

Gianluca Pecoraro

Gianluca Pecoraro p.s. Aquileia è in Friuli

Apr 19th
Reply

Beatriz Hernandez Salazar

Bel lavoro! grazie!!

Apr 7th
Reply

Marco Cappelli

Beatriz Hernandez Salazar Grazie a te Beatriz!

Apr 8th
Reply

Andrea Villa

Magnifico, davvero bello! Grazie

Mar 30th
Reply

Gabriele Fioravanti

grazie, grazie, grazie per il tuo lavoro. complimenti!

Mar 11th
Reply

Marco Cappelli

Gabriele Fioravanti Ma grazie a te Gabriele! Se non lo sai ancora ho aperto anche un sito www.italiastoria.com :)

Mar 13th
Reply

Luca Pagani

Podcast strepitoso! Lo consiglio a tutti gli appassionati di storia :)

Mar 10th
Reply

Marco Cappelli

Luca Pagani Grazie ancora Luca, anche del supporto ;)

Mar 13th
Reply

Alberto Corti

Davvero un ottimo lavoro. Grazie!

Dec 29th
Reply

Marco Cappelli

Alberto Corti Grazie Alberto! Ogni commento e recensione sono veramente preziosi! Se ti va pensa ad una domanda da inviarmi sul quarto secolo, risponderò nel podcast ;)

Dec 29th
Reply

Franco De Giorgio

Complimenti ottimo lavoro, ti ascolto mentre lavoro fantastico

Dec 28th
Reply

Marco Cappelli

Franco De Giorgio Ps: se ti va pensa ad una domanda da inviarmi sul quarto secolo (o altro) e risponderò nel podcast

Dec 29th
Reply

Marco Cappelli

Franco De Giorgio Grazie mille Franco! Sono i commenti che mi danno la voglia e forza di continuare ;)

Dec 28th
Reply

Michele Azzarone

Complimenti gran bel podcast! Le prime 6 puntate me le sono divorate. Ci voleva un bel podcast in italiano sulla storia d'Italia. Non vedo l'ora di ascoltare altri episodi!

Dec 18th
Reply

Marco Cappelli

Michele Azzarone Grazie mille Michele! spero continui a piacerti. E' tanto lavoro ma anche una grande soddisfazione leggere commenti come il tuo

Dec 27th
Reply
loading
Download from Google Play
Download from App Store