DiscoverParole e salute
Parole e salute
Claim Ownership

Parole e salute

Author: Elena Bizzotto

Subscribed: 4Played: 19
Share

Description

Condivido con altri professionisti della salute insegnamenti ricevuti, errori e riflessioni su un argomento che mi appassiona moltissimo: la comunicazione efficace.
In questo viaggio mi farò aiutare anche da colleghi ed esperti del settore.
La qualità del nostro lavoro dipende dalla qualità delle relazioni che abbiamo con i nostri pazienti e con le persone con cui collaboriamo.
25 Episodes
Reverse
Un'àncora è un collegamento stimolo-risposta tra due cose. Si verificano naturalmente nella vita quotidiana: di fronte ad uno stimolo, inneschiamo un determinato stato o una determinata emozione. Sentiamo la nostra canzone preferita e siamo felici, entriamo in uno studio dentistico e sentiamo il rumore degli strumenti in azione e ci assale la paura. Il bello è che le ancore possono essere create, ma anche estinte. Forse riusciamo a fare qualcosa per desensibilizzare o neutralizzare le ancore peggiori dei nostri pazienti. Contattami qui https://t.me/bizzottoelena. Sto lavorando al sito del progetto. È ancora work-in-progress, ma comunque lo trovi qui: https://www.paroleesalute.it/
Il counselling e il coaching possono regalare strumenti e insegnamenti utilissimi ai professionisti del benessere. Me lo sono fatta raccontare da Sebastiano Dato, maestro in queste discipline, che grazie ai suoi contenuti insegna a migliaia di persone come vivere in armonia, tra gentilezza, empatia, buone relazioni e accoglienza. Qui puoi trovare il sito di Sebastiano con tutti i riferimenti ai video e al podcast: https://www.sebastianodato.it/sebastiano-dato/ Qui trovi il suo canale YouTube: https://www.youtube.com/channel/UC08p7po6_Bq9Z4NeAe0sJMw Il Podcast su Spotify: https://open.spotify.com/show/1IyyC7dBWPYSSsbu5wMRvI?si=KkW6lDO9Rq6s_CDSC5p95Q Creiamo belle relazioni e possiamo farlo velocemente cliccando qui: https://t.me/bizzottoelena. Entra a casa mia, puoi trovare qualcosa di interessante: https://www.elenabizzotto.it/
In questa puntata racconto la mia HCE Experience. Un'ora in compagnia di Paolo Borzacchiello, un formatore di fama internazionale e un'autorità in fatto di comunicazione efficace. HCE è un acronimo che sta per Human Connections Engineering, un approccio allo studio della comunicazione rivoluzionario perché inserisce tutte le informazioni che emergono dalla scienza, alla luce degli studi delle neuroscienze. Non esiste più la comunicazione intesa come un "trasferimento di un messaggio tra mittente e ricevente", ma si parla sempre di più di INTERAZIONE che prevede uno scambio continuo tra tutti gli elementi che avviene all'interno di un sistema (ambiente, materiali, colori, parole, gesti, temperatura, stati d'animo, architettura mentale/paradigmi ecc). Per Paolo esiste una regola sola: "O gestire o subire". Conoscere tutti gli elementi che intervengono in questo processo è la chiave del successo per una comunicazione efficace sempre più moderna. Qui trovi la HCE University: https://www.hce.university/I libri di Paolo Borzacchiello: https://amzn.to/30Rr75mContattami qui https://t.me/bizzottoelena. Entra a casa mia, puoi trovare qualcosa di interessante: https://www.elenabizzotto.it/
Il colloquio motivazionale è un approccio che viene utilizzato per aiutare le persone che potrebbero avere difficoltà a prendere decisioni, in qualunque aspetto della loro vita, anche nell'ambito della loro salute. L'obiettivo dell'Intervista Motivazionale è di consigliare i pazienti che potrebbero essere incerti o dubbiosi nell'attuare un cambiamento di comportamento e innescare la loro motivazione interiore per avere successo in questo cambiamento. Non si danno soluzioni, ma si guida il paziente nella conversazione in modo che sia lui stesso a raggiungere alle sue conclusioni. Come viene in pratica la tecnica dell'IM? Esistono 4 passi chiave che si identificano nell'OARS. O = open questions. Le domande aperte non richiedono solo una risposta "sì o no", ma consentono ai pazienti di entrare in un dialogo con l'operatore. A = affirmations. Le affermazioni creano un clima positivo e aiutano i pazienti a riconoscere i loro punti di forza. R = reflective listening. L'ascolto riflessivo porta ad ascoltare e capire il paziente e le sue esigenze, pur rimanendo di supporto. S = summarizing. Riassumere la sessione con ciascun paziente per assicurarsi di aver compreso appieno ciò che è stato discusso. Qui la puntata con la Dott.ssa Elisa Pierozzi dove abbiamo introdotto il concetto dell'IM: https://www.spreaker.com/user/elenabizzotto/la-fiducia-del-paziente-con-elisa-pierozzi Qui il link al libro "Health Behavior Change in the Dental Practice" di Christoph A. Ramseier e Jean E. Suvan: https://amzn.to/2t8pxQ5. Contattami qui https://t.me/bizzottoelena. Entra a casa mia, puoi trovare qualcosa di interessante: https://www.paroleesalute.it/
In questa bella intervista al mio collega Igienista Dentale, il Dott. Andrea Butera, parliamo di come avere cura dello smalto sfruttando il potere della tecnologia.Attraverso l'applicazione che ha ideato e creato, l'App Intact Tooth, possiamo fare le foto ai denti dei nostri pazienti, valutare come sta lo smalto e insegnare loro cosa fare per mantenerlo al meglio per tutta la vita.Parliamo anche di apparecchio ortodontico, che necessita di cura e attenzione non indifferente.Andrea si è trovato a raccogliere una marea di dati che però rimanevano utili e di prerogativa solo dei professionisti.In realtà, tutta la ricerca che faceva serviva ad aiutare direttamente i pazienti a mantenere al meglio il loro smalto.Ha ideato allora questa App che mette in stretta comunicazione gli operatori e i pazienti.Il digital diventa virtuoso a favore della salute e del benessere.Per scoprire l'applicazione Intact Tooth, vai sul sito: https://intact-tooth.cloud/Per trovare e seguire Andrea Butera online:- Instagram https://www.instagram.com/andreabuterardh/- Linkedin https://www.linkedin.com/in/andrea-butera-13358486/- la mail andrea.butera@unipv.itContattami qui https://t.me/bizzottoelena.Entra a casa mia, puoi trovare qualcosa di interessante: https://www.elenabizzotto.it/
Pensa (e parla) positivo

Pensa (e parla) positivo

2019-09-1200:22:32

Tendiamo a iniziare le nostre frasi col “non” e a dire molto più spesso ciò che non va fatto piuttosto che indicare ciò che sarebbe opportuno fare.Tutto quello che esprimiamo in negativo invece che essere ignorato acquista potere e si rafforza.Dobbiamo invece imparare a esprimerci in termini affermativi per consentire alla nostra mente di concentrarsi su ciò che diciamo o pensiamo senza distrazioni.Può sembrare solo un gioco di parole, ma formulare i risultati desiderati in positivo è un passo essenziale per realizzarli.Diventa poi ancora più importante quando parliamo con i bambini piccoli, che non hanno la corteccia pre-frontale sviluppata, matura e strutturata per comprendere facilmente un concetto espresso attraverso la negazione.Qui il Podcast "Crescere con tuo figlio" di Giovanni Aricò: https://www.spreaker.com/show/crescere-con-tuo-figlioContattami qui https://t.me/bizzottoelena.Entra a casa mia, puoi trovare qualcosa di interessante: https://www.elenabizzotto.it/Informazioni sul Festival del Podcasting nel sito https://festivaldelpodcasting.it/Per ottenere il biglietto gratuito, clicca qui: https://festivaldelpodcasting.eventbrite.co.uk?discount=FRIEND-FREE
Mick Odelli dice che siamo "architetti delle nostre emozioni", ma siamo anche responsabili delle emozioni degli altri.Un professionista della salute non dovrebbe dimenticarlo mai.Mick per lavoro si occupa di installazioni multi-sensoriali che hanno come obiettivo quello di creare delle emozioni che diventeranno ricordi. Come se tutto fosse vero.E ci racconta, anche con il suo punto di vista da paziente di studio dentistico, come accendere le emozioni, rassicurare sulle cose sconosciute e fare storytelling per migliorare l'esperienza delle persone che si affidano a noi.L'eroe della storia di salute e prevenzione è il paziente e l'operatore deve diventare un grande mentore in questo viaggio pieno di fatiche e soddisfazioni.Qui il canale Youtube "JustMick": http://www.justmick.tvQui le sue puntate in versione Podcast: https://gopod.me/1443363507Il suo profilo Instagram https://www.instagram.com/mickodelli/Per accedere al suo profilo Instagram, clicca qui: https://www.instagram.com/mickodelli/.Informazioni sul Festival del Podcasting nel sito https://festivaldelpodcasting.it/Per ottenere il biglietto gratuito, clicca qui: https://festivaldelpodcasting.eventbrite.co.uk?discount=FRIEND-FREEContattami qui https://t.me/bizzottoelena.Entra a casa mia, puoi trovare qualcosa di interessante: https://www.elenabizzotto.it/
Da un bellissimo progetto "Parole o-stili" nato in rete e per la rete (https://paroleostili.it/), condivido il Manifesto della comunicazione non ostile online.Nasce con 10 comandamenti:1) Virtuale è reale2) Si è ciò che si comunica 3) Le parole danno forma al pensiero4) Prima di parlare bisogna ascoltare5) Le parole sono un ponte6) Le parole hanno conseguenze7) Condividere è una responsabilità8) Le idee si possono discutere.9) Gli insulti non sono argomenti10) Anche il silenzio comunicaOgni principio è stato declinato per diverse realtà e discipline, tra queste anche PER LA SCIENZA.Se vuoi firmare, sostenere, promuovere il Manifesto, clicca qui: https://paroleostili.it/manifesto/Se vuoi firmare, sostenere, promuovere il Manifesto della comunicazione non ostile per la Scienza, clicca qui: https://paroleostili.it/il-manifesto-della-comunicazione-non-ostile-per-la-scienza/Io l'ho fatto e in questa puntata lo condivido con te.Contattami qui https://t.me/bizzottoelena.Entra a casa mia, puoi trovare qualcosa di interessante: https://www.elenabizzotto.it/
Ho chiesto ad una mia collega, la Dott.ssa Elisa Pierozzi, di condividere il suo sapere su come migliorare l'approccio al paziente, partendo dal primo incontro.Qui alcuni degli argomenti trattati:- comunicare con empatia- porre attenzione alle emozioni del paziente- smettere di giudicare- coltivare una buona autostimaQui la pagina Linkedin della Dott.ssa Elisa: https://www.linkedin.com/in/elisa-pierozzi-665b06146/Qui puoi scaricare il Report realizzato in occasione del World Economic Forum 2016, dove si analizzava il futuro del lavoro e l'importanza di sviluppare sempre di più nuove abilità comprese tra le Soft Skills:http://www3.weforum.org/docs/WEF_Future_of_Jobs.pdfContattami qui https://t.me/bizzottoelena.Entra a casa mia, puoi trovare qualcosa di interessante: https://www.elenabizzotto.it/
La teoria del Locus of Control è molto interessante e l'ho scoperta grazie al mio amico Andrea Ciraolo.In questa puntata la vogliamo raccontare anche a te.Scoprirai che sta alla base anche di una buona comunicazione con gli altri e con se stessi.Trovi Andrea e tutti i suoi progetti cliccando questi link:https://www.officine.me/https://t.me/s/ciraoloContattami qui https://t.me/bizzottoelena.Entra a casa mia, puoi trovare qualcosa di interessante: https://www.elenabizzotto.it/
Quando proponi a qualcuno due scelte, metti al primo posto nella frase la scelta meno buona per te (magari usando il condizionale) e al secondo posto, usando l'indicativo presente, la scelta su cui vuoi che si concentri l'attenzione del paziente.Contattami qui https://t.me/bizzottoelena.Entra a casa mia, puoi trovare qualcosa di interessante: https://www.elenabizzotto.it/
Marianella Sclavi è una grande esperta della gestione creativa del conflitto.Nel suo libro "Arte di ascoltare e mondi possibili. Come si esce dalle cornici di cui siamo parte" parla di 7 regole per mettere in atto un ascolto attivo:1. Non avere fretta di arrivare a delle conclusioni.Le conclusioni sono la parte più effimera della ricerca.2. Quel che vedi dipende dal tuo punto di vista.Per riuscire a vedere il tuo punto di vista, devi cambiare punto di vista.3. Se vuoi comprendere quel che un altro sta dicendo, devi assumere che ha ragione e chiedergli di aiutarti a vedere le cose e gli eventi dalla sua prospettiva.4. Le emozioni sono degli strumenti conoscitivi fondamentali se sai comprendere il loro linguaggio.Non ti informano su cosa vedi, ma su come guardi.Il loro codice è relazionale e analogico.5. Un buon ascoltatore è un esploratore di mondi possibili.I segnali più importanti per lui sono quelli che si presentano alla coscienza come al tempo stesso trascurabili e fastidiosi, marginali e irritanti, perché incongruenti con le proprie certezze.6. Un buon ascoltatore accoglie volentieri i paradossi del pensiero e della comunicazione interpersonale. Affronta i dissensi come occasioni per esercitarsi in un campo che lo appassiona: la gestione creativa dei conflitti.7. Per divenire esperto nell’arte di ascoltare devi adottare una metodologia umoristica.Ma quando hai imparato ad ascoltare, l’umorismo viene da sé.Qui le trovi nel suo sito:https://www.ascoltoattivo.net/le-7-regole/Il libro lo trovi qui: https://amzn.to/2KgWwI8Contattami su https://t.me/bizzottoelena.Entra a casa mia, puoi trovare qualcosa di interessante: https://www.elenabizzotto.it/
L'ascolto attivo

L'ascolto attivo

2019-05-3000:21:45

Fin da piccoli ci hanno insegnato a parlare, ma non ci hanno insegnato ad ascoltare.Eppure per avere una buona comunicazione tutto parte dall'ascolto.Esistono diversi modi di prestare attenzione alle parole degli altri:- il finto ascolto- l'ascolto selettivo - l'ascolto superficiale- l'ascolto attivo.Quest'ultimo è il migliore perché, per attuarlo, è necessario prestare veramente attenzione a tutto lo spettro della comunicazione (le parole utilizzate, il paraverbale e i movimenti del corpo).L'ascolto attivo in pratica:- usare le tecniche di continuazione ("vada avanti...", "ho capito...", "mmmh mmmh...", annuire col capo ecc.)- ripetere le parole del paziente in maniera fedele, senza interpretare- ricapitolare per controllare periodicamente la comprensione di ciò che ci viene detto- tradurre in linguaggio medico una informazione comparsa nelle parole del paziente grazie alle parafrasi- interventi di legittimazione ed espressioni empatiche che consentono al medico di allinearsi emotivamente al paziente ("è comprensibile che..., "capisco che...", "su questo punto, come possono esserle utile?", "mi è chiaro come sia doloroso parlare di..." ecc.)Contattami qui https://t.me/bizzottoelena.Entra a casa mia, puoi trovare qualcosa di interessante: https://www.elenabizzotto.it/
I fondamentali della PNL si dividono in:> i 4 pilastri> le presupposizioniSemplici e potenti, sono un mix di convinzioni e atteggiamenti che, se combinati tra loro, formano un modello coerente.I 4 PILASTRI DELLA PNL1) Risultati2) Acutezza sensoriale3) Flessibilità comportamentale4) RapportLE PRESUPPOSIZIONI DELLA PNL✔️La mappa non è il territorio✔️Ciascuno vive all'interno del proprio personale modello del mondo✔️L'esperienza ha una struttura✔️Vita, mente e corpo sono un sistema✔️Il significato di una comunicazione è la reazione che si ottiene✔️Non si può non comunicare✔️Alla base di ogni comportamento vi è un'intenzione positiva✔️Le persone fanno sempre la scelta migliore a loro disposizione✔️Non esiste fallimento, ma solo feedback✔️Se quello che stai facendo non funziona, fai qualcosa di diverso✔️Abbiamo dentro di noi le risorse per ottenere ciò che desideriamo✔️Se una persona è in grado di fare una cosa, chiunque può imparare a farla✔️Le persone funzionano alla perfezione✔️In qualsiasi sistema, il controllo apparterrà all'elemento (o all'individuo) dotato della massima flessibilità✔️Avere la possibilità di scelta è meglio di non averneContattami qui https://t.me/bizzottoelena.Entra a casa mia, puoi trovare qualcosa di interessante: https://www.elenabizzotto.it/
Parliamo positivo e cerchiamo di capire in che fase dell'apprendimento si trova il nostro paziente.Le 4 fasi dell'apprendimento sono:1) Incompetenza Inconscia: la mente è completamente ignara di una determinata cosa2) Incompetenza Cosciente: la mente sa che c'è qualcosa che vorremmo fare, ma non sa come raggiungere lo scopo3) Competenza Cosciente: so come voglio ottenere quello che voglio, ma devo ancora focalizzare le azioni necessarie per raggiungerlo. In questa fase ci dobbiamo concentrare coscientemente sui vari passaggi4) Competenza Inconscia: la mente ha capito il procedimento, lo ha ripetuto per un numero di volte tale da passarlo al subconscio per trasformarlo in un programma abituale.Contattami qui https://t.me/bizzottoelena.Entra a casa mia, puoi trovare qualcosa di interessante: https://www.elenabizzotto.it/
Il potere della mente

Il potere della mente

2019-05-1500:20:47

3 cervelli, 2 livelli.A tutti capita di comportarci a volte in modi che la coscienza preferirebbe evitare.Questo perché i nostri comportamenti sono la reazione al combinarsi di diversi pensieri, programmazioni, sistemi, strutture, modelli e apprendimenti condizionati.Per questo è difficile riuscire a controllarli solo attraverso la logica del pensiero razionale.La mente funziona su 2 livelli:- la mente cosciente (pensiero logico)- la mente subcosciente (funzioni automatiche)La mente subcosciente si occupa di tutte le funzioni automatiche. Gestisce le strategie comportamentali, i modelli abituali, le emozioni, i ricordi. Getta le basi di tutti i futuri comportamenti (motori, cognitivi, gestuali) attraverso un processo per tentativi ed errori.La mente cosciente è la parte sempre attenta e consapevole. Attraverso i sensi viene bombardata da circa 4 miliardi di informazioni distinte e deve selezionare ciò che considera rilevante per elaborarlo e reagire di conseguenza.Grazie al funzionamento in sinergia delle due menti, elaboriamo pensieri, creiamo abitudini, percepiamo il mondo.Ma ricorda: non esiste niente che possa essere chiamato realtà, se non la nostra percezione di essa.Contattami qui https://t.me/bizzottoelena.Entra a casa mia, puoi trovare qualcosa di interessante: https://www.elenabizzotto.it/
Storia della PNL

Storia della PNL

2019-05-0200:18:33

California, primi anni '70.Presso la University of California, uno studente di matematica, Richard Bandler, e un professore associato di linguistica, John Grinder, iniziano a studiare e modellare l'eccellenza umana.Notarono che copiando certi aspetti del comportamento e del linguaggio di grandi terapeuti come Fritz Perls (padre della terapia Gestalt), Virginia Satir (fondatrice della terapia familiare) e Milton Erickson (uno dei massimi ipnotisti al mondo) riuscivano a loro volta a ottenere risultati simili. Ognuno ha un'esperienza oggettiva del mondo e i pensieri che abbiamo influenzano questa esperienza. Conoscere strumenti, tecniche, modelli diversi dai nostri, arricchisce il nostro modo di entrare in contatto con il mondo esterno e con noi stessi.Grinder dice: "la PNL è una metodologia e un atteggiamento il cui effetto è produrre una serie di tecniche".Il segreto, secondo me, sta nell'atteggiamento: di curiosità infinita.Contattami qui https://t.me/bizzottoelena.Entra a casa mia, puoi trovare qualcosa di interessante: https://www.elenabizzotto.it/
I modelli DISC

I modelli DISC

2019-04-1800:18:34

Il DISC (D.I.S.C.) è un modello descrittivo dei comportamenti che fonda le sue origini negli studi di William Marston, psicologo contemporaneo di Carl Jung, non interessato ad osservare e studiare comportamenti patologici, ma piuttosto il comportamento delle persone normali nell’interazione con gli altri nei diversi contesti o ambienti.Nel suo libro “Emotions of Normal People"del1928, Marston teorizza che le reazioni/risposte delle persone in una particolare situazione dipendono dalla combinazione di due tipi di percezione:- la percezione dell’ambiente (favorevole vs non favorevole)- la percezione del Sé (più forte dell’ambiente con risposta assertiva vs meno forte)e sottolinea che le persone efficaci si comportano in maniera compatibile con le richieste e aspettative dell’ambiente.Marston delinea un modello descrittivo dei comportamenti, il DISC, basato sulla percezione dei comportamenti osservabili che differenzia chiaramente 4 emozioni nelle persone:D = DominanzaI = InfluenzaS = StabilitàC = Cautela.DDirettivo, legato alla dominanza, con comportamenti rivolti all'azione, ai risultati, alla decisionalità rapida.IInfluente, espressivo, con comportamenti proiettati alle persone, alla proattività, alla dimensione emozionale dei rapporti con le altre persone.SStabile, amabile, con comportamenti rivolti ad assicurare equilibrio, continuità, a fornire supporto agli altri.CCauto, correttivo, analitico, con comportamenti rivolti a far le cose bene in base a conoscenze acquisite ed affinate nel tempo, comportamenti tesi ad assicurare qualità.Contattami qui https://t.me/bizzottoelena.Entra a casa mia, puoi trovare qualcosa di interessante: https://www.elenabizzotto.it/
Le 4 personalità. Le persone possono utilizzare prevalentemente l'emisfero destro rispetto quello sinistro e viceversa: questo rende differente il modo di rielaborare i dati e le informazioni che arrivano dall'ambiente.A questo si aggiunge la Teoria del Cervello Tripartito, elaborata dal Dott. Paul MacLean, che ci spiega come tutti gli esseri umani posseggano 3 cervelli: il cervello rettile, il sistema limbico e la corteccia cerebrale.Integrando la teoria del cervello trino con la teoria dei doppi emisferi, otteniamo un cervello composto da due strati (limbico e corticale, tralasciando il cervello rettile che è il più "animale") e da due lati (emisfero destro e sinistro).Si ricavano 4 diverse aree: limbica destra limbica sinistra, corticale destra e corticale sinistra.Durante un qualsiasi processo di relazione ognuno di noi attiva una delle 4 aree più delle altre, caratterizzando così il nostro modo di relazionarci al mondo e anche il nostro carattere.Per comodità hanno associato dei colori a ognuna di queste aree e avremo così:- l'azzurro, area corticale sinistra- il giallo, area corticale destra- il verde, area limbica sinistra- il rosso, area limbica destraOgni colore ha delle caratteristiche peculiari.E tu di che colore sei? E i tuoi pazienti?Contattami qui https://t.me/bizzottoelena.Entra a casa mia, puoi trovare qualcosa di interessante: https://www.elenabizzotto.it/
Migliorare la scelta delle parole che usiamo, migliora anche gli stati d'animo nostri e dei nostri pazienti.Quindi:- Aumenta il numero di vocaboli potenzianti- Sfrutta la capacità del cervello che cerca senza sosta una risposta alle domande che ci poniamo e che poniamo ai nostri pazienti: buone domande, risposte migliori.Contattami qui https://t.me/bizzottoelena.Entra a casa mia, puoi trovare qualcosa di interessante: https://www.elenabizzotto.it/
loading
Comments 
loading
Download from Google Play
Download from App Store