DiscoverSpremuta di Enganche
Spremuta di Enganche
Claim Ownership

Spremuta di Enganche

Author: Spremuta di Enganche

Subscribed: 25Played: 620
Share

Description

Quello che gli altri podcast non dicono. Analisi, pensieri, opinioni, cialtronerie e risate sul calcio, spaziando su ogni aspetto possibile del pallone. Ovviamente, la Spremuta è buona qui, è buona qui.
185 Episodes
Reverse
Episodio numero centottantadue, quello del grande ritorno e dunque trionfale e svergognato come solo una rentrée in pompa magna può essere. Per l'occasione, il menu di una puntata gioiosa e fanfarona si compone di due elementi essenziali: il nostro commento all'approdo del Vate di Setúbal all'AS Roma aka José Mourinho alla conquista della Capitale e le sensazioni indescrivibili che ci dà l'appropinquarsi della finale di Europa League, tra il notoriamente orrendo Manchester United di A̶n̶d̶y̶ ̶S̶e̶r̶k̶ Ole Gunnar Solskjær e l'interessante ma non del tutto realizzato Villarreal di Unai Emery.🍊 𝐒𝐎𝐒𝐓𝐈𝐄𝐍𝐈 𝐒𝐏𝐑𝐄𝐌𝐔𝐓𝐀, 𝐎𝐅𝐅𝐑𝐈𝐂𝐈 𝐔𝐍'𝐀𝐑𝐀𝐍𝐂𝐈𝐀𝐬𝐮 𝐁𝐮𝐲𝐌𝐞𝐀𝐂𝐨𝐟𝐟𝐞: https://www.buymeacoffee.com/spremenganche📩 𝐈𝐬𝐜𝐫𝐢𝐯𝐢𝐭𝐢 𝐚𝐥 𝐧𝐨𝐬𝐭𝐫𝐨 𝐜𝐚𝐧𝐚𝐥𝐞 𝐓𝐞𝐥𝐞𝐠𝐫𝐚𝐦 𝐞 𝐧𝐨𝐧 𝐩𝐞𝐫𝐝𝐞𝐫𝐭𝐢 𝐧𝐞𝐦𝐦𝐞𝐧𝐨 𝐮𝐧 𝐞𝐩𝐢𝐬𝐨𝐝𝐢𝐨: https://t.me/SpremEnganche📲 𝐒𝐞𝐠𝐮𝐢𝐜𝐢 𝐬𝐮 𝐓𝐰𝐢𝐭𝐭𝐞𝐫:https://twitter.com/SpremEnganche📺 𝐒𝐢𝐚𝐦𝐨 𝐚𝐧𝐜𝐡𝐞 𝐬𝐮 𝐘𝐨𝐮𝐓𝐮𝐛𝐞:https://bit.ly/3cbY3g8Da un'idea non confermata, realizzato da Edoardo Battaglion, Giuseppe Chiaramonte, Giorgio Crico, Francesco Deriu, Alessandro Moro, Matteo Osti e Federico Raso. Con la partecipazione molesta (e saltuaria) di Michele Pelacci.Logo: Antonio CunazzaSigla di apertura e di chiusura: Pomade - Silent partner
Episodio numero centottantuno, commensale, immenso, gargantuesco e pantagruelico. Il menu di questa puntata globoidale e un filo collosa consiste semplicemente nella simulazione della prossima free agency calcistica in cui si sono lanciati i nostri redattori immaginando dove potrebbero (più o meno realisticamente) finire a giocare nei prossimi sei mesi fenomeni quali: Lionel Messi, Gianluigi Donnarumma, Memphis Depay, Georginio Wijnaldum, Sergio Agüero, Julian Draxler, Sergio Ramos, Moussa Marega e Luka Modrić. L'idea di base è biecamente copiata da Ball Don't Lie (podcast di NBA che, se stranamente non conoscete già, trovate qui 👉 http://radio.playitusa.com/?cat=8) ma la realizzazione è tutta nostra. Come dite? Non dovremmo andar fieri di aver impiegato due ore così? Forse avete ragione voi ma ormai è fatta.𝐒𝐎𝐒𝐓𝐈𝐄𝐍𝐈 𝐒𝐏𝐑𝐄𝐌𝐔𝐓𝐀, 𝐎𝐅𝐅𝐑𝐈𝐂𝐈 𝐔𝐍'𝐀𝐑𝐀𝐍𝐂𝐈𝐀𝐬𝐮 𝐁𝐮𝐲𝐌𝐞𝐀𝐂𝐨𝐟𝐟𝐞: https://www.buymeacoffee.com/spremenganche𝐈𝐬𝐜𝐫𝐢𝐯𝐢𝐭𝐢 𝐚𝐥 𝐧𝐨𝐬𝐭𝐫𝐨 𝐜𝐚𝐧𝐚𝐥𝐞 𝐓𝐞𝐥𝐞𝐠𝐫𝐚𝐦 𝐞 𝐧𝐨𝐧 𝐩𝐞𝐫𝐝𝐞𝐫𝐭𝐢 𝐧𝐞𝐦𝐦𝐞𝐧𝐨 𝐮𝐧 𝐞𝐩𝐢𝐬𝐨𝐝𝐢𝐨: https://t.me/SpremEnganche𝐒𝐞𝐠𝐮𝐢𝐜𝐢 𝐬𝐮 𝐓𝐰𝐢𝐭𝐭𝐞𝐫:https://twitter.com/SpremEnganche𝐒𝐢𝐚𝐦𝐨 𝐚𝐧𝐜𝐡𝐞 𝐬𝐮 𝐘𝐨𝐮𝐓𝐮𝐛𝐞:https://bit.ly/3cbY3g8Da un'idea non confermata, realizzato da Edoardo Battaglion, Giuseppe Chiaramonte, Giorgio Crico, Francesco Deriu, Alessandro Moro, Matteo Osti e Federico Raso. Con la partecipazione molesta (e saltuaria) di Michele Pelacci.Logo: Antonio CunazzaSigla di apertura e di chiusura: Pomade - Silent partner
Episodio numero centottanta, capitolino, androgino e disconnesso. Grazie al buon Emanuele Ciccarese, intervenuto per farci compagnia e arricchire l'offerta informativa (come direbbero quelli bravi), abbiamo potuto dar vita a una puntata diamesicamente disconnessa e discontinua ma anche vibrante nei suoi momenti più agonistici, il cui menu prevede: disamina sullo stato di salute attuale dell'AS Roma del buon Fonseca, preda forse di luoghi comuni narrativi un po' troppo banalizzanti ma anche di un futuro incerto in qualche modo connesso con Džeko; il quiz del grande French, autore di una prova spettacolare che di diritto va a inserirsi tra le più godibili di tutto il torneo interno tra i redattori di Spremuta; un rapidissimo controllo della situazione attuale degli Europei Under-21, il cui polso, in realtà, non dà l'idea di una competizione granché in salute, perlomeno per quest'edizione.𝐒𝐎𝐒𝐓𝐈𝐄𝐍𝐈 𝐒𝐏𝐑𝐄𝐌𝐔𝐓𝐀, 𝐎𝐅𝐅𝐑𝐈𝐂𝐈 𝐔𝐍'𝐀𝐑𝐀𝐍𝐂𝐈𝐀𝐬𝐮 𝐁𝐮𝐲𝐌𝐞𝐀𝐂𝐨𝐟𝐟𝐞: https://www.buymeacoffee.com/spremenganche𝐈𝐬𝐜𝐫𝐢𝐯𝐢𝐭𝐢 𝐚𝐥 𝐧𝐨𝐬𝐭𝐫𝐨 𝐜𝐚𝐧𝐚𝐥𝐞 𝐓𝐞𝐥𝐞𝐠𝐫𝐚𝐦 𝐞 𝐧𝐨𝐧 𝐩𝐞𝐫𝐝𝐞𝐫𝐭𝐢 𝐧𝐞𝐦𝐦𝐞𝐧𝐨 𝐮𝐧 𝐞𝐩𝐢𝐬𝐨𝐝𝐢𝐨: https://t.me/SpremEnganche𝐒𝐞𝐠𝐮𝐢𝐜𝐢 𝐬𝐮 𝐓𝐰𝐢𝐭𝐭𝐞𝐫:https://twitter.com/SpremEnganche𝐒𝐢𝐚𝐦𝐨 𝐚𝐧𝐜𝐡𝐞 𝐬𝐮 𝐘𝐨𝐮𝐓𝐮𝐛𝐞:https://bit.ly/3cbY3g8Da un'idea non confermata, realizzato da Edoardo Battaglion, Giuseppe Chiaramonte, Giorgio Crico, Francesco Deriu, Alessandro Moro, Matteo Osti e Federico Raso. Con la partecipazione molesta (e saltuaria) di Michele Pelacci.Logo: Antonio CunazzaSigla di apertura e di chiusura: Pomade - Silent partner
Episodio numero centosettantanove, continentale, incontinente e accontentata dal suo stesso svolgimento. Il menu di una puntata transnazionale e gelida: il sorteggio di Europa League, competizione regina del continente, evidentemente; il sorteggio di Champions League, competizione secondaria che per strani motivi ignoti ai più conta meno partite e garantisce più introiti ai partecipanti; commenti, pensieri e parole in libertà sul grande classico della narrazione calcistica contemporanea chiamato "Il dilanio post eliminazione dall'Europa".𝐒𝐎𝐒𝐓𝐈𝐄𝐍𝐈 𝐒𝐏𝐑𝐄𝐌𝐔𝐓𝐀, 𝐎𝐅𝐅𝐑𝐈𝐂𝐈 𝐔𝐍'𝐀𝐑𝐀𝐍𝐂𝐈𝐀𝐬𝐮 𝐁𝐮𝐲𝐌𝐞𝐀𝐂𝐨𝐟𝐟𝐞: https://www.buymeacoffee.com/spremenganche𝐈𝐬𝐜𝐫𝐢𝐯𝐢𝐭𝐢 𝐚𝐥 𝐧𝐨𝐬𝐭𝐫𝐨 𝐜𝐚𝐧𝐚𝐥𝐞 𝐓𝐞𝐥𝐞𝐠𝐫𝐚𝐦 𝐞 𝐧𝐨𝐧 𝐩𝐞𝐫𝐝𝐞𝐫𝐭𝐢 𝐧𝐞𝐦𝐦𝐞𝐧𝐨 𝐮𝐧 𝐞𝐩𝐢𝐬𝐨𝐝𝐢𝐨: https://t.me/SpremEnganche𝐒𝐞𝐠𝐮𝐢𝐜𝐢 𝐬𝐮 𝐓𝐰𝐢𝐭𝐭𝐞𝐫:https://twitter.com/SpremEnganche𝐒𝐢𝐚𝐦𝐨 𝐚𝐧𝐜𝐡𝐞 𝐬𝐮 𝐘𝐨𝐮𝐓𝐮𝐛𝐞:https://bit.ly/3cbY3g8Da un'idea non confermata, realizzato da Edoardo Battaglion, Giuseppe Chiaramonte, Giorgio Crico, Francesco Deriu, Alessandro Moro, Matteo Osti e Federico Raso. Con la partecipazione molesta (e saltuaria) di Michele Pelacci.Logo: Antonio CunazzaSigla di apertura e di chiusura: Pomade - Silent partner
Episodio numero centosettantotto, dorata e scicchettosa come un abito di gala di gusto discutibile indossato da una starlette sanremese. Il menu di una puntata afrodisiaca e vagamente libidinosa: il quiz rubato ad Avanti un altro (di Paolo Bonolis) stavolta torchia il povero Matteo Osti detto Diavolesque, costretto a misurarsi con la tortura cerebrale definitiva; l'eliminazione dalla Champions League della Juventus che scenari apre per il futuro della squadra bianconera? ci siamo molto interrogati a riguardo; la nostra redazione di impavidi ha commentato le dichiarazioni di Andrea Agnelli rilasciate in qualità di presidente dell'ECA (e, in realtà, anche della Juventus, ovviamente), le quali riportano a galla un problema che viene costantemente oscurato dal campo ma che diventa via via sempre più pressante.𝐒𝐎𝐒𝐓𝐈𝐄𝐍𝐈 𝐒𝐏𝐑𝐄𝐌𝐔𝐓𝐀, 𝐎𝐅𝐅𝐑𝐈𝐂𝐈 𝐔𝐍'𝐀𝐑𝐀𝐍𝐂𝐈𝐀𝐬𝐮 𝐁𝐮𝐲𝐌𝐞𝐀𝐂𝐨𝐟𝐟𝐞: https://www.buymeacoffee.com/spremenganche𝐈𝐬𝐜𝐫𝐢𝐯𝐢𝐭𝐢 𝐚𝐥 𝐧𝐨𝐬𝐭𝐫𝐨 𝐜𝐚𝐧𝐚𝐥𝐞 𝐓𝐞𝐥𝐞𝐠𝐫𝐚𝐦 𝐞 𝐧𝐨𝐧 𝐩𝐞𝐫𝐝𝐞𝐫𝐭𝐢 𝐧𝐞𝐦𝐦𝐞𝐧𝐨 𝐮𝐧 𝐞𝐩𝐢𝐬𝐨𝐝𝐢𝐨: https://t.me/SpremEngancheDa un'idea non confermata, realizzato da Edoardo Battaglion, Giuseppe Chiaramonte, Giorgio Crico, Francesco Deriu, Alessandro Moro, Matteo Osti e Federico Raso. Con la partecipazione molesta (e saltuaria) di Michele Pelacci.Logo: Antonio CunazzaSigla di apertura e di chiusura: Pomade - Silent partner
Episodio numero centosettantasette, rotante e risplendente come uno shuriken giapponese. Il menu di una puntata selvaggia, giovanile e impetuosa: l'Hellas Verona di Ivan Jurić è una riconferma in Serie A e, anche quest'anno, ha dimostrato di essere una realtà (forse?) sorprendente nonché una piazza in cui opera uno degli allenatori più interessanti del nostro panorama nazionale; la Fiorentina di Prandelli e Commisso è decisamente una delusione, per quanto concerne la stagione 2020/2021 ma con un allenatore degno di questo nome, magari, qualcosa in più potrebbe fare (forse anche diventare una realtà molto interessante, chissà); gli ottavi di Europa League, al di là di Manchester United-Milan, presentano diverse partite potenzialmente interessanti e, naturalmente, l'incredibile Molde dei miracoli.𝐒𝐎𝐒𝐓𝐈𝐄𝐍𝐈 𝐒𝐏𝐑𝐄𝐌𝐔𝐓𝐀, 𝐎𝐅𝐅𝐑𝐈𝐂𝐈 𝐔𝐍'𝐀𝐑𝐀𝐍𝐂𝐈𝐀𝐬𝐮 𝐁𝐮𝐲𝐌𝐞𝐀𝐂𝐨𝐟𝐟𝐞: https://www.buymeacoffee.com/spremenganche𝐈𝐬𝐜𝐫𝐢𝐯𝐢𝐭𝐢 𝐚𝐥 𝐧𝐨𝐬𝐭𝐫𝐨 𝐜𝐚𝐧𝐚𝐥𝐞 𝐓𝐞𝐥𝐞𝐠𝐫𝐚𝐦 𝐞 𝐧𝐨𝐧 𝐩𝐞𝐫𝐝𝐞𝐫𝐭𝐢 𝐧𝐞𝐦𝐦𝐞𝐧𝐨 𝐮𝐧 𝐞𝐩𝐢𝐬𝐨𝐝𝐢𝐨: https://t.me/SpremEngancheDa un'idea non confermata, realizzato da Edoardo Battaglion, Giuseppe Chiaramonte, Giorgio Crico, Francesco Deriu, Alessandro Moro, Matteo Osti e Federico Raso. Con la partecipazione molesta (e saltuaria) di Michele Pelacci.Logo: Antonio CunazzaSigla di apertura e di chiusura: Pomade - Silent partner
Episodio numero centosettantasei, frusciante, odoroso e vagamente urticante (per l'appunto). Il menu di una puntata autoriale e addensata: la corsa allo scudetto in Italia tra Inter, Milan, Juventus, derby di Milano e problemi/soluzioni delle squadre attualmente in testa; i motivi per cui, in Europa, i campioni uscenti stanno faticando molto a reimporsi nell'anno del CoVID-19 e le gerarchie stanno cambiando, perlomeno momentaneamente; lo stato di salute del Liverpool di Klopp, seriamente in deficit, e delle due squadre di Madrid.𝐈𝐬𝐜𝐫𝐢𝐯𝐢𝐭𝐢 𝐚𝐥 𝐧𝐨𝐬𝐭𝐫𝐨 𝐜𝐚𝐧𝐚𝐥𝐞 𝐓𝐞𝐥𝐞𝐠𝐫𝐚𝐦 𝐞 𝐧𝐨𝐧 𝐩𝐞𝐫𝐝𝐞𝐫𝐭𝐢 𝐧𝐞𝐦𝐦𝐞𝐧𝐨 𝐮𝐧 𝐞𝐩𝐢𝐬𝐨𝐝𝐢𝐨: https://t.me/SpremEngancheDa un'idea non confermata, realizzato da Edoardo Battaglion, Giuseppe Chiaramonte, Giorgio Crico, Francesco Deriu, Alessandro Moro, Matteo Osti e Federico Raso. Con la partecipazione molesta (e saltuaria) di Michele Pelacci.Logo: Antonio CunazzaSigla di apertura e di chiusura: Pomade - Silent partner
Episodio numero centosettantacinque, viva e sferzante come un venticello gelido che si infila sotto la maglia della salute. Il meno di una puntata da brivido ma senza alcun genere di paura: il Napoli di Gennaro Ivan Gattuso è una squadra che ha diversi problemi e che, probabilmente, sta facendo ben peggio di quello che il valore della rosa suggerirebbe, segno che il problema è prevalentemente "nel manico"; l'altro grande tema è la costruzione dal basso, vecchia/nuova ossessione di alcuni commentatori mediaticamente molto esposti come del vostro amico dalla lingua lunga che trovate regolarmente al baretto sotto casa. Tutti ne parlano ma nessuno ci pensa davvero con costrutto: vogliamo vedere che è la solita guerra di religione solo con un vestitino nuovo addosso?Da un'idea non confermata, realizzato da Edoardo Battaglion, Giuseppe Chiaramonte, Giorgio Crico, Francesco Deriu, Alessandro Moro, Matteo Osti e Federico Raso. Con la partecipazione molesta (e saltuaria) di Michele Pelacci.Logo: Antonio CunazzaSigla di apertura e di chiusura: Pomade - Silent partner
Episodio numero centosettantaquattro, abbagliante e anabbagliante al tempo stesso. Il menu di una puntata refrattaria all'omologazione illuminante costituito di sole due portate: il problema di una stagione prona al CoVID-19, a un calendario infinito e ai margini di tempo ultra-risicati in qualunque senso la si voglia vedere; la finale di Copa Libertadores tra talenti in campo, potenziali star di domani (e forse pure di ieri), delusioni e sorprese della manifestazione.Da un'idea non confermata, realizzato da Edoardo Battaglion, Giuseppe Chiaramonte, Giorgio Crico, Francesco Deriu, Alessandro Moro, Matteo Osti e Federico Raso. Con la partecipazione molesta (e saltuaria) di Michele Pelacci.Logo: Antonio CunazzaSigla di apertura e di chiusura: Pomade - Silent partner
Episodio numero centosettantatré, placido e apotropaico, nel suo piccolo. Il menu di una puntata esponenziale e logaritmica: la Juventus fresca di Supercoppa ma indietro in campionato è davvero una squadra «inallenabile» (cit.)? Pau López, un portiere arrivato per imporsi e finito invece in una spirale autodistruttiva notevole; in Serie A, questa stagione, diversi allenatori si sono messi a fare cose che normalmente non avrebbero fatto nemmeno sotto tortura per salvare il proprio posto di lavoro e la propria squadra ma non è andata sempre benissimo.Da un'idea non confermata, realizzato da Edoardo Battaglion, Giuseppe Chiaramonte, Giorgio Crico, Francesco Deriu, Alessandro Moro, Matteo Osti e Federico Raso. Con la partecipazione molesta (e saltuaria) di Michele Pelacci.Logo: Antonio CunazzaSigla di apertura e di chiusura: Pomade - Silent partner
Episodio numero centosettantadue, esuberante ma anche mefitico, nelle battute finali (come si suol dire, in cauda venenum... Almeno per il grande Chiaramonte). Il menu di una puntata chiaroveggente però scontata: l'importanza sempre crescente del terzino nel calcio contemporaneo; sorprese in positivo e in negativo della stagione 2020/2021 di Serie A; il quiz versione Spremuta di Avanti un altro che ha posto sotto torchio l'aitante Giuseppe Chiaramonte da Termini Imerese.Da un'idea non confermata, realizzato da Edoardo Battaglion, Giuseppe Chiaramonte, Giorgio Crico, Francesco Deriu, Alessandro Moro, Matteo Osti e Federico Raso. Con la partecipazione molesta (e saltuaria) di Michele Pelacci.Logo: Alberto BrusadelliSigla di apertura e di chiusura: Pomade - Silent partner
Puntata numero centosettantuno, col quizzone di inizio anno, gli auguri di buone feste e un campione inatteso al termine di un episodio fiume ma leggerissimo.Da un'idea non confermata, realizzato da Edoardo Battaglion, Giuseppe Chiaramonte, Giorgio Crico, Francesco Deriu, Alessandro Moro, Matteo Osti e Federico Raso. Con la partecipazione molesta (e saltuaria) di Michele Pelacci.Logo: Alberto BrusadelliSigla di apertura e di chiusura: Pomade - Silent partner
Puntata numero centosettanta, con Antonio Cunazza aka Archistadia (www.archistadia.it). Il menu di un episodio allusivo e orfico: indagine sul Torino di Marco Giampaolo in grave emorragia di risultati; la vexata quaestio degli stadi vuoti, terrificanti o affascinanti che siano in base al percepito personale; due aprole molto veloci sull'Arsenal di Londra e le sue difficoltà (il povero Arteta in balia dei flutti).Da un'idea non confermata, realizzato da Edoardo Battaglion, Giuseppe Chiaramonte, Giorgio Crico, Francesco Deriu, Alessandro Moro, Matteo Osti e Federico Raso. Con la partecipazione molesta (e saltuaria) di Michele Pelacci.Logo: Alberto BrusadelliSigla di apertura e di chiusura: Pomade - Silent partner
Puntata numero centosessantanove, un filo luttuosa ma pure bruciante (perlomeno in avvio). Il menu di un episodio vetusto ma pure intimo: la Serie A è felicemente un paese per vecchi? Probabilmente sì; il rinnovo di Pep Guardiola con il Manchester City, forse non un matrimonio perfetto al 300% ma di sicuro duraturo e pieno di ottime premesse; Erling Håland e Dayot Upamecano sono una dimostrazione che la mutazione genetica ultima del calciatore contemporaneo viene dalla Bundesliga.Da un'idea non confermata, realizzato da Edoardo Battaglion, Giuseppe Chiaramonte, Giorgio Crico, Francesco Deriu, Alessandro Moro, Matteo Osti e Federico Raso. Con la partecipazione molesta (e saltuaria) di Michele Pelacci.Logo: Alberto BrusadelliSigla di apertura e di chiusura: Pomade - Silent partner
Puntata numero centosessantotto.Da un'idea non confermata, realizzato da Edoardo Battaglion, Giuseppe Chiaramonte, Giorgio Crico, Francesco Deriu, Alessandro Moro, Matteo Osti e Federico Raso. Con la partecipazione molesta (e saltuaria) di Michele Pelacci.Logo: Alberto BrusadelliSigla di apertura e di chiusura: Pomade - Silent partner
Puntata numero centosessantasette, iraconda ma mitigata dalla valle di lacrime nerazzurra al centro della narrazione. Il menu di un episodio mesto, meditabondo e, a tratti, piagnucolante: i problem(on)i del cantiere Inter, a secco di vittorie da una vita e mezza e mai in grado di implementare un 3-4-1-2 credibile né di coinvolgere per bene Christian Eriksen, tra le responsabilità di Antonio Conte, quelle dei giocatori e quelle - se esistono - della dirigenza; due approcci che funzionano bene in Serie A ma fanno riferimento ai lati opposti dello spettro rappresentato dai vari stili di gioco, ossia Sassuolo e Sampdoria (De Zerbi vs Ranieri: certamente agli antipodi, altrettanto palesemente però al timone di squadre in salute).Da un'idea non confermata, realizzato da Edoardo Battaglion, Giuseppe Chiaramonte, Giorgio Crico, Francesco Deriu, Alessandro Moro, Matteo Osti e Federico Raso. Con la partecipazione molesta (e saltuaria) di Michele Pelacci.Logo: Alberto BrusadelliSigla di apertura e di chiusura: Pomade - Silent partner
Puntata numero centosessantasei, forte di una scaletta solidissima e preparata con fin troppo anticipo durante una riunione di redazione di ventisei ore. Il menu di un episodio aspirazionale e francamente un po' troppo aspirato: l'Atalanta ha cominciato la stagione bene ma con qualche balbettio di troppo e quindi viene naturale chiedersi se sia adattamento o sofferenza; la Juventus del Maestro Pirlo ha strabattuto lo Spezia ma la partita interna contro il Barcellona ha mostrato molti aspetti su cui il tecnico bresciano dovrà lavorare, a partire dalla coesistenza tra Dybala e Kulusevski.Da un'idea non confermata, realizzato da Edoardo Battaglion, Giuseppe Chiaramonte, Giorgio Crico, Francesco Deriu, Matteo Osti e Federico Raso. Con la partecipazione molesta di Alessandro Moro e Michele Pelacci.Logo: Alberto BrusadelliSigla di apertura e di chiusura: Pomade - Silent partner
Puntata numero centosessantacinque, intorpidita nelle voci e nel risultato, forse, ma pure vagamente imprenditoriale per ambizioni e aspirazioni. Il menu di un episodio goliardico, tempestoso e incautamente baldanzoso (perlomeno in alcuni esponenti): il derby di Milano, una settimana dopo, tra i problemi dell'Inter e la personalità del Milan; l'esordio europeo delle squadre italiane, specialmente in Champions, dove l'Atalanta pare mettere più cervello rispetto al campionato; le proposte di Arsène Wenger per cambiare il calcio forse cambieranno solo la nostra percezione di lui; gli scenari futuri del calcio italiano tra la spinta di Andrea Agnelli a cambiare ed evolvere e lo spettro della Superlega europea.Da un'idea non confermata, realizzato da Edoardo Battaglion, Giuseppe Chiaramonte, Giorgio Crico, Francesco Deriu, Matteo Osti e Federico Raso. Con la partecipazione molesta di Alessandro Moro e Michele Pelacci.Logo: Alberto BrusadelliSigla di apertura e di chiusura: Pomade - Silent partner
Puntata numero centosessantaquattro, costipata ma anche detergente se somministra nei giusti orari. Il menu monotematico di un episodio totalmente votato al dio calciomercato e, udite udite, per una volta utile anche per chi giuoca a quello strumento de lo dimonio che si chiama fantacalcio: i voti - anzi, i Telegatti - al calciomercato delle magnifiche venti, le compagini che compongono la nostra Serie A. Tra criptozoologia, DS scarsi e procuratori molto scaltri, la nostra visione sul calciomercato del nostro campionato, in poche parole.Da un'idea non confermata, realizzato da Edoardo Battaglion, Giuseppe Chiaramonte, Giorgio Crico, Francesco Deriu, Matteo Osti e Federico Raso. Con la partecipazione molesta di Alessandro Moro e Michele Pelacci.Logo: Alberto BrusadelliSigla di apertura e di chiusura: Pomade - Silent partner
Puntata numero centosessantatré, quasi totalmente inerente l'AC Milan di Milano sette volte campione d'Europa. Un lungo viaggio nei meandri di Milanello con Diavolesque - aka Matteo Osti - a fare da moderno Virgilio, disperato soprattutto perché non è mai arrivato il tanto atteso nuovo centrale di difesa, consegnando idealmente le chiavi della linea all'ottimo Gabbia.Da un'idea non confermata, realizzato da Edoardo Battaglion, Giuseppe Chiaramonte, Giorgio Crico, Francesco Deriu, Matteo Osti e Federico Raso. Con la partecipazione molesta di Michele Pelacci.Logo: Alberto BrusadelliSigla di apertura e di chiusura: Pomade - Silent partner
loading
Comments 
Download from Google Play
Download from App Store