DiscoverRacconti a tempo
Racconti a tempo
Claim Ownership

Racconti a tempo

Author: Alberto Fiori

Subscribed: 1Played: 1
Share

Description

Uno scrittore che è anche musicista. I suoi racconti sono accompagnati dalle atmosfere sonore che li hanno ispirati. Storie brevi e imprevedibili, dai finali bizzarri e mai scontati, molti dei quali tratti dal suo ultimo libro «Scrivo racconti perché l'attenzione scema». Provate a immergervi nel suo mondo. Con la regia di Claudia Campagnola e le musiche dei Melatti, band formata dall'autore insieme a Menotti Minervini.
13 Episodes
Reverse
Quante volte mi sono chiesto quale fosse la parte più vera di un sentimento come quello dell’amore; non certo nel colpo di fulmine, non certo nei primi tempi, così sono andato a interrogarmi sulle abitudini di una coppia, trovando in esse tutte le risposte.Ho visto troppe storie arrivare a un capolinea oramai così lontano, da trovarsi poi spaesati e soli, in una terra sconosciuta e una valigia di cartone in mano; per chi è stato vittima, per chi carnefice, per chi sta vivendo la storia d’amore più bella della sua vita: «Il SENSO DELL’AMORE», l’ultima puntata di «RACCONTI A TEMPO».Grazie alle tante persone che hanno scaricato il podcast, a chi ci ha ascoltato e potrà continuare a farlo.Ci vedremo presto dal vivo e chissà poi con quale altra pazza idea, perché portare la letteratura a incontrarsi con la musica elettronica c’è chi mi diceva fosse un’idea da fuori di testa.Vi voglio bene
«Il bullo non è altro che un creatore di bolle, al cui interno sono racchiuse le sue balle». Così mi piace definirli, perché questo sono. Li abbiamo avuti in classe, li abbiamo affrontati per strada e alcuni di loro li dobbiamo sopportare anche da un punto di vista politico. Palloni gonfiati di cui tu puoi essere lo spillo. Questo racconto, in uno dei miei incontri presso una scuola , fece prendere coraggio a dei bambini che denunciarono un loro coetaneo che li picchiava; spero con tutto il cuore che possa aiutare più ragazzi possibile a sconfiggere questa piaga sociale. Parlarne è l'unico modo per non sentirsi soli.
Per questa decima puntata di Racconti a Tempo, ho voluto immaginare un virus al contrario che si sarebbe abbattuto sul mondo, portando le masse a produrre ragionamenti di un certo spessore e a soluzioni collaborative e di fratellanza. Tra gli assertori del vaccino e chi invece, essendo contagiato, non sarebbe voluto regredire nuovamente, ecco nascere la solita diatriba tra i pro e i contro. Riuscirà un virus a risolvere i problemi del nostro Pianeta?
"Sotto casa di mia nonna c'era 007 in persona che passeggiava. Non ci credete? Ascoltate allora questo racconto, dove c'era una Roma sognante che guardava oltreoceano.Dedicato a Nonna Rina.
Come una rovesciata volante può accendere in te una passione che ti porterai dietro per tutta la vita. Ci sono momenti, soprattuto nella vita di un bambino, che rimarranno indelebili. In questa ottava puntata di Racconti a tempo, ho voluto giocare proprio con i ricordi. come quella volta allo stadio Olimpico di Roma, esultando per un goal siglato invece a 700 km di distanza e poi ecco i Puffi, che trasformavo nei miei idoli calcistici, dando vita a estenuanti sfide, in cui la mia Roma le vinceva tutte.
Dall'incipit della scrittrice Nadia Terranova, per la raccolta di racconti dal titolo «UNA FAMIGLIA GUASTA» (Ed.L'Erudita), ho scritto «GUERRA ALL'ANIMA SUA». Una storia di discriminazione, in cui la maleducazione dei soldi non bada a spese, miete vittime innocenti e passa sopra ogni cosa. Salvare le apparenze sembra essere l'unica preoccupazione. Cosa aveva scoperto Guido Maria?
"Ma Roma vista dall'alto, dentro il Grande Raccordo Anulare, non ha la forma di un vinile?" -Questo è quello che mi venne in mente quando fui invitato da Gabriele Ziatoni a partecipare, con un mio racconto, alla raccolta «Roma in 45 giri» (Ed. L'Erudita), in cui bisognava parlare proprio del rapporto tra la Capitale e i dischi. Visto che ognuno di noi è una puntina di un giradischi, tu che musica sei?
In un mondo governato in gran parte da pazzi, ecco farsi strada Lelletto, il matto del paese. Tra Tso mancati e promesse lanciate al vento, ce la farà a compiacere i propri elettori? Non ci resta che aprire le finestre, uscire per le strade, che oggi pioveranno soldi dal cielo!
«L'estate perfetta» è il primo racconto inedito di questo podcast. Ne porto tante nel cuore, ma ce ne sono state tre in particolare, in cui dei personaggi notissimi hanno saputo in qualche modo impreziosirle. Cosi vi invito a scoprire cosa accomuna quel grande politico, a uno dei più grandi campioni di sempre, mentre sullo sfondo, seduto a fare le parole incrociate, c'era il mio attore preferito di allora.
Tutti conosciamo qualcuno fissato con uno stile di vita sano, che non si lascia sfuggire l'occasione per elencarci quanto sia più salutare un "ravanello a Km 0" rispetto a una carbonara. Quella vi racconto è la storia, parzialmente vera, di una mia amica e del suo mondo fatto di tofu, zenzero, topinambur e strani complotti.
Avere un incidente d'auto è già una gran rogna, figurarsi se nell'altro veicolo c'è la persona che hai sempre sperato di non rincontrare più in vita tua. Tratto da una storia vera, per fortuna non la mia.
«Immaginate un mondo in cui ognuno di noi viene visto non per quello che è, ma per ciò che avrebbe voluto essere" - Tratto da una delle storie del libro «Scrivo racconti perché l'attenzione scema», Alberto Fiori ci accompagna in una realtà apparentemente perfetta, ma che non riesce a nascondere le solite insidie della natura umana.
Alberto Fiori è un scrittore, ma anche un musicista, a cui piace "mixare" le cose. Uno SCRITTISTA-MUSITORE per intenderci. In questo podcast «Racconti a tempo», ci porta nel suo mondo, dove le sue storie si fondono con la musica che le ha generate, dando vita a un qualcosa di unico. Tra inediti e racconti brevi, tratti dal suo ultimo libro «Scrivo racconti perché l'attenzione scema», l'autore vi invita nel suo personalissimo reading.
Comments 
Download from Google Play
Download from App Store