Claim Ownership

Author:

Subscribed: 0Played: 0
Share

Description

 Episodes
Reverse
La conferenza stampa della Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, al termine del Vertice G20 che si è tenuto in Indonesia il 15 e 16 novembre 2022
Venerdì 11 novembre, in occasione dei trent’anni del Trattato sull’Unione Europea, il Presidente Sergio Mattarella durante la visita in Olanda a Maastricht ha tenuto una prolusione all’House of Government sulle prospettive dell’Europa ed ha risposto alle domande degli studenti.
Conferenza stampa della Presidente del Consiglio Giorgia Meloni il giorno dopo l'approvazione del Decreto Legge Aiuti Quater e di altre norme e provvedimenti, in materia di Energia. Con lo stanziamento dei primi 9 miliardi di euro destinati a dare un'immediata risposta a famiglie ed imprese.
Il Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, con i Ministri Carlo Nordio (Giustizia), Orazio Schillaci (Salute) e Matteo Piantedosi (Interno) e il Sottosegretario Alfredo Mantovano, ha illustrato in conferenza stampa i provvedimenti adottati dal Consiglio dei Ministri n. 2.
Alla Camera dei deputati le dichiarazioni programmatiche della Presidente del Consiglio Giorgia Meloni. Dai numerosi ringraziamenti, a Mattarella "che nel dare seguito all'indicazione degli italiani non mi ha fatto mancare i suoi preziosi consigli" al suo predecessore, Mario Draghi per il suo operato "a livello nazionale e internazionale" e per la grande disponibilità dimostrata durante il passaggio di consegne, "veloce e sereno anche se per ironia della sorte a un governo guidato dall'unico partito di opposizione a quello da lui presieduto. Tra i tanti pesi che oggi sento gravare sulle mie spalle" ha proseguito Meloni "essere la prima donna a Capo del Governo in Italia, quando mi soffermo sulla portata di questo fatto sento la responsabilità che ho nei confronti di tutte quelle donne che attraversano difficoltà per affermare il loro talento".
"Il punto essenziale è di essere chiari sul fatto che il nostro Paese deve avere un Governo che sia nella continuità delle alleanze europea ed atlantica.Chiediamo che il governo sia senza ambiguità sulla condanna alla Russia e sui comportamenti criminali di Putin e sul sostegno all'Ucraina"
Giuseppe Conte uscendo dalle consultazioni: "Confidiamo molto nel Presidente della Repubblica, ci aspettiamo un esecutivo di stampo europeista, ci aspettiamo un esecutivo che abbia chiara la collocazione euro-atlantica e che sia pronto ad affrontare la crisi economica e sociale in atto" ma aggiunge "questa strategia ci sta portando verso un conflitto atomico e una crisi economica senza precedenti. Ci auguriamo che questo Governo aiuti a tracciare un solco nell'Unione Europea, con il cessate il fuoco per tornare ai negoziati di pace".
"Azione e Italia viva saranno all'opposizione di questo governo, senza sconti. Un'opposizione che cercherà di ingaggiare il governo su tematiche concrete".
A Capri al 37esimo convegno dei giovani imprenditori di Confindustria, sul palco il governatore della Campania, intervistato dal giornalista David Parenzo improvvisa una sorta di editoriale politico sulle ultime novità politiche. Dall'elezione dei Presidenti di Camera e Senato, Fontana e La Russa, fino alle lacerazioni del centro destra, a partire da quelli tra la Premier in pectore Giorgia Meloni e il Presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi. Con lui i governatori di Calabria (Occhiuto) e Puglia (Emiliano).
"La pace è urgente e necessaria. L'Europa ha il dovere di una risposta unitaria e coerente. Deve rimuovere le ragioni che impediscono di frenare il balzo dei prezzi dell'energia, si rischia di pregiudicare il domani di famiglie e imprese". Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha commentato così l'attualità europea, sociale ed economica, nel corso della cerimonia di consegna delle onorificenze dell'Ordine Al Merito del Lavoro ai Cavalieri nominati il 2 giugno 2022.
Dopo la sconfitta elettorale il Segretario fa autocritica, ricorda che la linea sarà quella del principale partito di opposizione al nascente Governo Meloni, in attesa che cada per andare a nuove elezioni e mai più a governi di larghe intese: "Dobbiamo parlare al futuro e diventare il partito in grado di parlare a quella larga fascia di italiani che non ce la fa".
Gli interventi della presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen e l'Alto rappresentante degli Affari esteri dell'Unione, Josep Borrell, di fronte agli eurodeputati. Per i due esponenti europei è necessario tenere unito il fronte europeo, salvaguardando il mercato unico e la sicurezza nel Vecchio continente.
La leader di Fratelli d'Italia del centrodestra e Presidente del Consiglio "in pectore" Giorgia Meloni torna in pubblico per un breve intervento di saluto al Villaggio della Coldiretti a Milano e lo fa proprio mentre si accinge a parlare il leader di Forza Italia sul palco dell'associazione agricola, Antonio Tajani costretto ad attendere, apparentemente contrariato che la collega di centrodestra si accomodi. "In questi giorni ho scelto di evitare le uscite pubbliche per dedicarmi anima e corpo ai dossier che saremo chiamati ad affrontare nei prossimi mesi, se dovessimo essere chiamati a governare questa nazione. Sul caro energia sono in contatto costante con il Governo corrente" ammette di fronte alla platea "il tema è di come fermare la speculazione, e non possiamo farcela da soli. Non per fare polemica ma ricordo ancora una volta, visti gli ultimi accadimenti - il riferimento è in particolare alla Germania - che dobbiamo avere un approccio diverso per perseguire i nostri interessi nazionali, pur guardando al bene comune".
Dal Parco dei Principi Gran Hotel in conferenza stampa per un'analisi del risultato elettorale i presidenti dei gruppi di Camera e Senato, Francesco Lollobrigida e Luca Ciriani e il capo dell'organizzazione, Giovanni Donzelli.
"Se il prossimo Governo toccherà il Reddito di Cittadinanza saremo durissimi"Il Presidente del M5S apre la conferenza stampa nella sala dei gruppi parlamentari della Camera ricordando il percorso travagliato del M5S con molti parlamentari che hanno abbandonato oltre alle scissioni recenti: "Nonostante all'indomani delle dimissioni di Draghi tutti ci sono venuti contro siamo arrivati al 15%". Per Giuseppe Conte questo è un grande risultato. "Si preannuncia la vittoria anche in una 15ina di collegi uninominali che erano dati per persi, ancora una volta" aggiunge "in relazione alla legge elettorale pur essendo una forza maggioritaria ci ritroviamo con un minor numero di parlamentari".Poi Conte tiene a ricordare "non siamo il Partito del Sud come ci vorrebbero rappresentare ma sicuramente siamo la forza politica che ha ricevuto la più grande investitura al Sud, questo ci legittima a svolgere un importante ruolo nel Paese contribuire alla riduzione del divario col Nord, contribuendo alla crescita economica - non assistenziale - del Sud, ma facendolo anche al Nord".
"Oggi è una bella giornata perchè abbiamo 5 anni di stabilità davanti" dice il leader della Lega, Matteo Salvini, durante la conferenza stampa dalla sede di via Bellerio a Milano "oggi" aggiunge "commentiamo un dato che evidentemente non mi soddisfa, è chiaro che stare all'opposizione ha fruttato e Giorgia Meloni l'ha fatto bene. Stare al governo ci è costato, ma lo rifarei. Ma siamo al governo con un ruolo da protagonista. Entro la fine dell'anno faremo i congressi in tutte le 1400 sedi. Poi faremo l'anno prossimo i congressi provinciali e regionali".
Accolta da un grande applauso la leader di Fratelli d'Italia sarà con ogni probabilità la prima Presidente del Consiglio donna. Parla di notte nell'Hotel Parco dei Principi e dice: "E' Il tempo in cui gli italiani potranno avere un governo che esce da una loro indicazione. E' stata una campagna elettorale violenta, sopra le righe che noi abbiamo subito, ma la situazione dell'Italia, dell'Ue richiede ora il contributo di tutti".
Il segretario del Partito Democratico tra le altre cose annuncia di non voler ricandidarsi al prossimo congresso. "Con questa destra, chi verrà dopo di me dovrà lavorare per un lavoro che dia una alternativa alla maggioranza degli italiani. Non sono mai stato per la autosufficienza, non sono mai stato per l'isolamento, sono sempre stato per il dialogo. Sia per fare opposizone che per costruire l'alternativa: avremo delle elezioni in primavera e dovremo andare con uno schema che non dia campo libero alla destra. Gli elettori hanno detto la loro e spero che da oggi in poi si possa costruire questa alternativa. Il Pd lavorerà per costruire in prospettiva quello che non è stato possibile fare questa volta, i numeri dicono che l'unico modo per battere la destra era il campo largo: questa volta non è stato possibile non per nostra responsabilità, ma perché alcuni interlocutori si sono sfilati".
Mario Draghi, Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana, interviene al dibattito generale della 77a Sessione dell'Assemblea Generale dell'ONU (New York, 20-26 settembre 2022).
Il Presidente Mario Draghi, al termine del Consiglio dei Ministri sulle nuove misure licenziate nell'ambito del Decreto Aiuti ter, ha tenuto una conferenza stampa con i Ministri dell’Economia e delle Finanze Franco e della Transizione ecologica Cingolani e il Sottosegretario Garofoli. Al termine ha risposto alle domande dei giornalisti, molte delle quali sull'attualità politica interna ed estera.
Comments 
Download from Google Play
Download from App Store