DescubrirLibri Per Il Successo -Una road map verso il miglioramento personale
Libri Per Il Successo -Una road map verso il miglioramento personale

Libri Per Il Successo -Una road map verso il miglioramento personale

Autor: libriperilsuccesso

Suscrito: 5Reproducido: 96
compartir

Descripción

Libri per il successo si presenta come un podcast dove si propone all’ascoltatore un libro che possa fornire spunti per migliorare la sfera personale e professionale. Ogni due settimana un libro- un argomento una pillola pratica, se mettiamo insieme podcast dopo podcast nell’arco di un periodo ci troviamo ad assimilare una serie di strumenti che di danno una marcia in più. Ovviamente i libri vanno letti e questo programma è pieno di opinioni e aneddoti personali del suo autore, non intende essere un riassunto bensì una chiacchierata motivazionale con gli ascoltatori.
36 Episodes
Reverse
Ho avuto il privilegio di intervistare e fare una chiacchierata con Antonio Fazzari, autore del libro in viaggio con il tuo talento.   Nell'episodio odierno Antonio ci raconta e spiega la sua personale formula per il miglioramento personale, fatta da quattro ingredienti, talento, visione, perseveranza e cuore, disposti in una sequenza precisa, alla fine dell'episodio non mancheranno spunti pratici per metterla in pratica nelle nostre vite.   Antonio ha donato tutti gli introiti del suo libro a una causa benefica, ragione ancor più valida per contribuire all'acquisto di questo utilissimo testo.
In queste breve puntata vi racconto alcune considerazioni dopo un anno che ho intrapreso il progetto libri per il successo, prima di entrare nel vivo degli episodi di ottobre ci sono alcuni concetti che meritano di essere condivisi dato che possono essere utili a chiunque. 
Diventa la persona che desideri essere con la psico. cibernetica Come diavolo è possibile che un chirurgo plastico scriva uno dei libri più importanti di crescita personale e psicologia? Maxwell Maltz sistemava i volti delle persone, si rese conto che cambiare un naso poteva cambiare un carattere, la ragione risiedeva nell’immagine che le persone hanno di se stesse, capace di governare completamente la nostra vita, in grado di decidere cosa puoi fare e cosa non puoi fare. Come abbiamo visto in episodio precedenti la mente è fatta di diversi livelli, e uno dei più profondi racchiude un segreto secondo l’autore, un meccanismo interiore che può lavorare per noi, o contro di noi, come una bestia inarrestabile ci può trainare verso il successo o verso il fallimento, e la rotta che prenderà dipende da come lo alimentiamo. La psico cibernetica è una specie di linguaggio di programmazione che va dare istruzioni a questo meccanismo interno, lavorando sull’immagine che abbiamo di noi stessi e sulle emozioni che viviamo ogni giorno possiamo andare ad alimentare il meccanismo e portarlo dove desideriamo. Nell’episodio di oggi vediamo come applicare la psico cibernetica con alcuni esercizi che ci aiuteranno a: Cambiare l’immagine che abbiamo di noi stessi Rilassarci ed eliminare stress, ansia, inquietudine e preoccupazione Curare le ferite del passato che ci portiamo dietro Sono molti i benefici nell’applicare la psico cibernetica, e nonostante molti aspetti che ascolterete nel podcast possono apparire banali è difficile vedere le persone metterli in pratica, la semplicità ha un potere irresistibile, applicare gli esercizi per un tempo di 21 giorni permette di ottenere risultati impensabili. Questo è uno dei libri di crescita personale che preferisco, alcuni dei concetti che ci svela se messi in pratica hanno un impatto immediato e molto potente sulle nostre vite. NOTE SULL’AUTORE 1899-1975 Maltz, chirurgo plastico fino al 45 quando dopo aver analizzato centinaia di casi di pazienti sotto il suo bisturi si rese conto che spesso le persone avevano bisogno di una chirurgia emozionale e dopo anni di approfondimenti e considerazioni scrive il best seller psico.cibernetica  
Inizia un progetto nel migliore dei modi Guy Kawasaki l’autore di oggi ci racconta, grazie alla sua enorme esperienza, come iniziare un progetto. Ci sono svariati aspetti da considerare, dal nome, da come finanziarlo, da che modelli di business decideremo di intraprendere, ma soprattutto all’inizio la cosa più rilevante è farsi delle domande che generino un brainstorming mentale per capire che cosa possa creare. Serve un mix di elementi per iniziare Conoscenza Opportunità Passione Se hai 2 dei 3 elementi sopra basta per cominciare. Ovviamente mettere le fondamenterebbero di un progetto richiede una serie di considerazioni, di nozioni e anche una dose di coraggio, la naturale sensazione di paura e sconforto può assalirci durante un viaggio verso un progetto personale, ma cè da perseverare, continuare e non avere fretta i risultati arrivano col tempo, le scorciatoie non esistono. Nell’episodio odierno parleremo di Domande da farsi per riflettere su cosa potremmo fare la genesi del progetto il nome Alcuni modelli di business che esistono come presentare il proprio progetto Guy Kawasaki ne sa, e anche tanto, il libro è un manuale, può essere letto intero o a parti, quelle che vi interessano di più, ma visto che iniziare è metà del cammino, iniziare bene è cruciale. NOTE SULL’AUTORE Guy Kawasaki nasce ad Honolulu, lavora indie diverse occasioni per Apple, curando il marketing del Macintosh, attualmente è l’evangelista di CANVA e ha fondato e investito in diverse aziende.
Meditare come forma per dare ossigeno al nostro spirito nel mezzo di una vita confusionaria, stressante, piena di pressioni sociali, intraprendere il cammino della meditazione può mettere ordine al nostro spirito e svuotarlo da tutto quello che non è indispensabile. Samprasad Vinod scrive i 9 segreti della meditazione con l'intenzione di darci un infarinatura generale su quello che la meditazione può dare a chi la pratica e ci svela 9 concetti che la riguardano Vedere tutto dall'alto Conoscere che cosa non è la meditazione Conoscere cos'è la meditazione Prendere gusto alla meditazione Trovare un maestro Crea il giusto spazio e trova il giusto momento Andare oltre i sogni Creatività spirituale e psicologica Sii ricettivo a livello spirituale Samprasad Vinod è un esperto in Yoga e Meditazione, insegna in tutto il mondo la pratica e la disciplina ai suoi studenti, ha scritto 14 libri e centinaia di articoli, è apparso in televisioni di tutto il pianeta, ha raggiunto uno stato di coscienza altissimo.      
I pensieri hanno un impatto sulla nostra vita, il modo di pensare pure. Per questa ragione libri come quello di oggi servono a migliorare il modo in cui elaboriamo questi pensieri. Factfulness di Hans Rosling è un libri che ci invita a usare i fatti, i dati, e le nostre proprie investigazioni per prendere decisioni. Analizziamo nel podcast di oggi 10 istinti che ci impediscono di prendere le giuste decisioni e ci portano a vedere il mondo in modo distorto. L’istinto a dividere in due L’istinto negativo L’istinto della linea retta L’istinto della paura L’istinto della dimensione l’istinto che ci porta a generalizzare L’istinto del destino L’istinto della prospettiva unica L’istinto della colpa L’istinto dell’urgenza Factfulness è un libro ricco di esempi, e di soluzioni pratiche a come evitare di cadere in questi 10 tranelli della mente. NOTE SULL’AUTORE Hans Rosling. medico, accademico, statistico Svedese, e mangiatore di spade, muore nel 2017, lascia in eredità a tutti noi un libro magnifico e delle conferenze che potete godervi su internet.  
Quando scopri il tuo proposito, o quando decidi che progetto intraprendere, a miglior cosa che tu possa fare per aumentare le possibilità di raggiungere la tua meta è concentrare gli sforzi, la concentrazione e il tuo focus su una sola cosa, quella più importante. Gary Keller e Jay Papasan ci accompagnano in questo episodio con il loro libro Una cosa sola, che tratta appunto di questo, raggiungere la massima produttività. Il libro ci mette in guardia da sei menzogne che ci confondono e distraggono dai nostri obiettivi. Eccole brevemente qui sotto Ogni azione e compito ha la stessa importanza Il multitasking La disciplina La forza di volontà è illimitata Fare una vita equilibrata tutto ciò che è grande non va bene Dopo aver sfatato questi luoghi comuni e capito il motivo vedremo la domanda chiave del libro, quella che innesta un meccanismo mentale che ti porta a raggiungere le tue mete Un libro perfetto da leggere prima di un periodo di riposo e distacco dalla routine come l’estate, in modo da tornare carichi e pieni di risposte alle domande giuste.   NOTE SULL’AUTORE Gary Keller è il fondatore di una delle più grandi agenzie immobiliari degli Stati Uniti, la seconda per dimensione, e Jay Papasan il suo vice presidente, si dedicano al momento a scrivere libri e motivare le persone, formare a detta dell’autore è la sua attività principale  
A volte si vince, a volte si impara, titolo del libro di John Maxwell ma soprattutto un paradigma che ci aiuta a vivere le situazioni fallimentari e le sconfitte in modo completamente diverso. Le esperienze negative che viviamo rimangano impresse molto più di quelle positive, lasciano delle cicatrici emozionali che spesso vengono fuori e ci rendono deboli, imprigionati nel evento passato, per diventare migliori dobbiamo trovare il modo di superare questi avvenimenti e liberarci dalle catene emozionali che provocano. Una delle grandi differenze tra una persona di successo e una che non riesce ad avanzare nella vita è proprio questa, la capacità di gestire le sconfitte e l’amarezza il rammarico e il dolore che ne deriva. Tutti andiamo incontro a sconfitte e fallimenti, è normale, è parte del gioco, cè solo un modo di trasformare una sconfitta in una vittoria, imparando. Ma impariamo solo quando siamo pronti per imparare, è un processo che va allenato e ci sono 11 attributi che vedremo nel podcast dettagliatamente che ci aiutano ad imparare ed evolvere. l’Umiltà – lo spirito dell’ apprendimento La realtà – il fondamento La responsabilità – il primo passo Il miglioramento- l’obiettivo La speranza – la motivazione La ricettività – la strada per imparare Le avversità – il catalizzatore I problemi – un opportunità Le brutte esperienze – la prospettiva Il cambio -il prezzo La maturità il valore dell’ apprendimento    NOTE SULL’AUTORE 1947- John Maxwell è una personalità affermata e famosa in America e nel mondo, un coach con più di 80 libri all’attivo. oltre a questo è stato eletto il formatore numero 1 al mondo su tematiche di leadership.
Due investigatori americani, Thomas Stanley e William Danko hanno scavato nella vita di centinaia di milionari americani, gente che ha un patrimonio che va dai 3 ai 10 milioni di dollari, e il ritratto che ne viene fuori è sorprendete e molto distante dall’archetipo storpiato che tutti ci immaginiamo. I due autori ci lasciano una formula per calcolare la ricchezza che dovremmo possedere in questo momento, un semplice calcolo- età x stipendio / 10 La quantità che ne viene fuori è quella che dovremmo avere, se ne abbiamo di più siamo degli accumulatori prodigiosi, se ne abbiamo meno degli scarsi accumulatori, se invece abbiamo la cifra esatta siamo degli abili accumulatori e sulla strada giusta. Inoltre troverai i 7 attributi che vengono fuori dall’algoritmo dello studio di Stanley e Danko. NOTE SULL’AUTORE Thomas Stanley, 1944-1995, studioso di ricchezza e professore di marketing americano, diventa famoso col best seller, the Millionaire Next door insieme a William Danko, muore in un incidente stradale a causa di un automobilista ubriaco.  
Ognuno di noi è costretto ad affrontare momenti stressanti, difficili, dove il sangue ribollisse e la vista si annebbia, in momenti del genere bisogna fare una scelta, negoziare col proprio nemico, o combattere. Robert Mnookin ha scritto un testo pieno di esempi di personaggi che nella storia hanno dovuto prendere questa decisione, analizzando queste scelte possiamo tirarne fuori uno schema e usarlo a nostro favore. Viviamo la realtà usando sia l’intuito sia le emozioni come l’approccio analitico e logico, questa dicotomia, questa visione duale della realtà sta alla base del nostro processo evolutivo. La gran differenza tra queste due forme di pensiero è la velocità di operazione, il sistema intuitivo risponde nell’immediato, la testata al collega mentre quello analitico ha bisogno di tempo, di ponderare la situazione, di analizzare costi e benefici. Entrambi i sistemi sono parte del nostro modo di pensare, ma quando usare uno e quando usare l’altro? Vedremo le trappole emozionali che dobbiamo evitare, le caratteristiche principali di un nemico, un esempio di come Winstone Churchill affrontò durante la seconda guerra mondiale la decisione di negoziare o combattere con Hitler, e infine i 4 fattori da considerare prima di prendere la decisione NOTE SULL’AUTORE Robert Mnookin è un professore universitario e avvocato, specializzato in risolvere dispute e grandi e complesse negoziazioni, famoso per essere stato il principale arbitro nel conflitto aziendale durato 7 anni tra l’IBM e la Fujitsu negli anni 80
L’ora dei Re, l’ora sacra, l’ora della vittoria, questi sono alcuni nomi di quel momento che va dalle 5 alle 6 del mattino, una finestra temporale magica che racchiude l’essenza della giornata. Robin Sharma e il suo libro il club delle 5 del mattino nel podcast di oggi, dove vediamo una formula chiamata 20/20/20 in grado di impulsare la nostra giornata e la nostra vita. Si tratta di alzarsi prima che sorga il sole, e dedicare un’ora a 3 attività 20 minuti di attività fisica 20 minuti di studio 20 minuti di riflessione Corpo, mente, spirito, prima di iniziare con le nostre attività giornaliere, quando resto delle persone si sveglia voi avrete fatto molto di più rispetto alla media, considerate che tante persone fanno molto meno di questo in una settimana. Usare a proprio favore il mattino per lanciarsi nella giornata con una marcia in più NOTE SULL’AUTORE Robin Sharma, scrittore Canadese nato nel 1965, vanta 6 milioni di copie vendute dei suoi libri in 70 lingua ed è riconosciuto come una delle 5 personalità più influenti nel mondo dello sviluppo personale, diviene famoso con il libro – Il monaco che vendette la sua Ferrari-
Piccoli gesti che cambiano tutto, dominare l’arte della persuasione apre porte sconosciute, e basta veramente poco. In questo episodio introduciamo l’argomento grazie al supporto del libro di Bob Burg.  Persuadere è molto diverso da manipolare e scoprirai la differenza tra queste due formule, spesso si crede erroneamente che sia la stessa cosa. Troverai varie tecniche e spunti di riflessione ma soprattutto un modello da seguire la prossima volta che ti troverai in una situazione conflittuale e potrai in questo modo applicare un metodo preciso per uscire indenne dal conflitto. I concetti chiave del podcast sono: Le persone agiscono in base alle emozioni l’ego è il nostro modo di vedere le cose, non vuol dire che gli altri le vedano alo stesso modo Differenza tra risposta e reazione davanti alle circostanze che accadono Come fare del tatto la base del nostro linguaggio Il podcast di oggi torna indietro nel tempo e spolvera una lettera di Abraham Lincoln che mette in pratica in modo raffinato e sottile tutta una serie di tecniche di persuazione nel relazionarsi con un comandate del suo esercito NOTE SULL’AUTORE Formatore e scrittore americano da 30 anni, impegnato nello sviluppo personale e nella formazione all’interno di imprese  
Claude Bristol ci accompagna nel mondo della suggestione e della convinzione, la magia di crederci è un libro che svela i tre livelli sui quali lavorare per ottenere dei risultati nella vita. Perché usa il termine magia? sicuramente una parola non scelta a caso, la magia è creare realtà propria, generare delle situazioni desiderate, e di questo tratta il libro. Abbiamo in media 70 mila pensieri al giorno, circa il 95% di questi pensieri proviene dal tuo inconscio ed è programmato in base alle tue esperienze, al tuo modo di vivere la vita, al tuo ambientale la maggior parte di questi pensieri sono negativi e distruttivi, è necessario prenderne il controllo. Nel capitolo odierno sono presenti tre esercizi per parlare alla parte inconscia della nostra psiche, un universo profondo che se usato in modo consapevole più far accadere situazioni straordinarie, magiche. Credere in qualcosa, diventarne quasi ossessionati, visualizzare nella mente un immagine vivida di quello che vogliamo ottenere, usare le parole giuste per descriverlo e portarlo fuori dalla mente per ottenerlo. Abbiamo la possibilità di governare i nostro pensieri in buona parte, decidere dove dirigerli, sarebbe uno spreco non usare questo potere per migliorare la propria esistenza e creare una realtà propria. I pensieri trascendono le pareti della mente e hanno effetti tangibili su tutto quello che ci circonda. NOTE SULL’AUTORE Bristol 1891-1951 è originario dell’Oregon, Portland. È stato un banchiere d’investimento e precedentemente un reporter di guerra e di cronaca nera. Famoso relatore e formatore col suo corso TNT, del quale potete trovare informazioni e anche un libro.  
What everybody is saying- seconda parte, questo episodio si concentra sulla parte superiore del corpo, i gesti e il linguaggio non verbale sono impregnati di significati e comprenderli può fare la differenza nell’interazione con le persone che abbiamo di fronte. Il linguaggio non verbale è un super potere, un settimo senso, studiarlo e praticare le abilità che si imparano ci mette immediatamente in una dimensione superiore, sappiamo cosa pensano le persone che ci circondano, possiamo capire quando qualcuno mente, o si sente a disagio, e usando queste informazioni il livello di empatia aumenta esponenzialmente. in questo secondo capitolo analizziamo: Torace Braccia Spalle Mani e dita Viso What everybody is saying rappresenta una solida introduzione all’argomento ed è ricco di esempi pratici, pillole ed esercizi che ci aiutano a fare un cambio trascendentale e iniziare così a osservare non più vedere le persone e i loro comportamenti Il podcast di oggi è la seconda parte di due episodi, il primo lo trovi QUI NOTE SULL’AUTORE Navarro nasce nel 1953, è stato un agente del FBI per 25 anni specializzandosi nel linguaggio non verbale, dopo la sua carriera di agente si dedica alla scrittura e conferenze per divulgare le sue conoscenze con chiunque sia interessato  
Joe Navarro da ragazzino approda negli Stati Uniti, un esule cubano che dopo i fatti della baia dei porci si trova costretto a rifarsi una vita in America. Non conoscendo la lingua si affida all’universale linguaggio del corpo per interagire con gli altri ragazzi. Questa abilità se la porta dietro per tutta la vita facendone una missione, un lavoro. What Everybody is saying è un libro che racchiude la sua esperienza come agente del FBI dove ha potuto mettere in pratica tutte le sue conoscenze nella lettura del linguaggio del corpo. Decifrare e interpretare i messaggi che lancia il nostro corpo è un arte marziale. Il corpo manda messaggi costanti, in ogni momento, essere capaci di comprenderli ci mette su un piano superiore, come se sviluppassimo un settimo senso. In questo episodio, il primo di due, vedremo introduzione al linguaggio del corpo e perché studiarlo le tre F I gesti di disagio I piedi e le gambe Come premesso nell’episodio odierno il podcast passa a due appuntamenti mensili invece di 4, il 15 di ogni mese e il primo del mese dopo NOTE SULL’AUTORE Navarro nasce nel 1953, è stato un agente del FBI per 25 anni specializzandosi nel linguaggio non verbale, dopo la sua carriera di agente si dedica alla scrittura e conferenze per divulgare le sue conoscenze con chiunque sia interessato
James Allen ci accompagna in questo episodio con il libro – il vero segreto del successo – Un piccolo manoscritto che ci regala un grande messaggio. Tutto quello che accade nel mondo esteriore è frutto di quello che succede nel mondo interiore. I pensieri secondo James Allen sono la forza creatrice più potente che esista, per questa ragione imparare a controllarli, governarli e riconoscerne le manifestazioni nel mondo visibile è una parte cruciale del nostro cammino di crescita personale. Prendendo coscienza del fatto che un pensiero in un modo o nell’altro esca dalla nostra testa e crei una situazione reale nel mondo che ci circonda ci permette di vedere le cose in modo completamente diverso, e di conseguenza se iniziamo a prenderci cura di questo potere possiamo ottenere benefici incredibili.   Un uomo scoprirà che se modifica i suoi pensieri riguardo alle cose e alle altre persone, le cose e le altre persone si modificheranno nei suoi riguardi   Nel podcast di oggi affrontiamo tre concetti primordiali per migliorare la nostra esistenza Come affrontare il male e superarlo Il mondo è un riflesso di stati mentali Se vuoi migliorare la tua situazione devi renderti idoneo NOTE SULL’AUTORE James Allen 1864-1912, scrittore, giornalista, reporter inglese con una ricca lista di libri prodotti, uno dei primi autori e studiosi di crescita personale, la sua teoria e i suoi studi riguardano principalmente il funzionamento dei pensieri.  
Nella seconda parte di questo podcast dedicato al libro di Amy Morin, le 13 cose che la gente mentalmente forte non fa, entriamo nel vivo delle dinamiche e dei comportamenti mentali che fanno la differenza nel viaggio verso i nostri obiettivi. Se vogliamo cambiare il mondo esterno prima dobbiamo cambiare quello interno, lavorare sui nostri comportamenti mentale rinforza il nostro stato e fa si che accadano eventi e circostanze miracolose. Per tale ragione la gente mentalmente forte segue dei modelli di pensiero diversi dal resto delle persone, in questa seconda parte del podcast vedremo gli ultimi 7 comportamenti che sono: Non vivere nel passato Non fare sempre gli stessi errori una volta dopo l’altra Non avere risentimenti verso il successo altrui Non abbandonare dopo un fallimento Non aver paura di stare da solo Non pensare che tutti ti sia dovuto Non aspettarti risultati immediati Per ascoltare il primo capitolo sulla gente mentalmente forte clicca su questo LINK NOTE SULL’AUTORE Amy Morin è una psicologa americana, autrice di successo con quattro libri in repertorio, scrive articoli per molte riviste famose, appare in programmi televisivi e conferenze internazionali oltre ad essere protagonista di un podcast sugli argomenti che abbiamo intravisto nell’episodio di oggi
Cominciamo a lavorare sul nostro modo di pensare, sui comportamenti mentali, si dice che siamo quello che mangiamo, ma siamo anche quello che pensiamo, e nel libro di oggi le 13 cose che la gente mentalmente forte non fa di Amy Morin affrontiamo tutta una serie di dinamiche che possono darci enormi benefici una volta che saremo in grado di dominarle. Nella prima parte del podcast vedremo i primi sei comportamenti mentali che ci suggerisce l’autrice, dato che si tratta di informazioni molto importanti è preferibile dividere in due parti l’argomento di oggi, questa è la prima. In questo episodio vedremo questi comportamenti che la gente mentalmente forte non fa Non sprecano tempo autocommiserandosi Non si fanno derubare del proprio potere Non si tirano indietro all’ora di effettuare dei cambiamenti Non perdono tempo sulle cose che non puoi controllare Non si preoccupano ti fare felici e piacere a tutti Non hanno paura di prendere rischi calcolati  Alla prossima settimana con il resto dei comportamenti, un caro saluto e buon ascolto NOTE SULL’AUTORE  Amy Morin è una psicologa americana, autrice di successo con quattro libri in repertorio, scrive articoli per molte riviste famose, appare in programmi televisivi e conferenze internazionali oltre ad essere protagonista di un podcast sugli argomenti che abbiamo intravisto nell’episodio di oggi  
Terzo e ultimo capitolo della storia di Phil Knight e di come da una pazza idea ha creato un colosso nel settore dell'abbigliamento sportivo, Nike   siamo alle battute finali, l'ultimo giro, e arriviamo alla conclusione della nostra storia che ha come traguardo la quotazione in borsa della società, li finisce la nostra storia, perché ovviamente ne inizia un'altra   www.libriperilsuccesso.com 
L'arte della vittoria, le memorie del fondatore della Nike, Phil Knight- un ragazzo con una pazza idea, importare scarpe giapponesi nel mercato americano, un atleta, un imprenditore, un uomo con la capacità di prendere decisioni corrette al momento corretto, circondarsi delle persone giuste e determinato fino a portare a termine il suo obiettivo, il suo sogno.  Come nasce un'azienda da 75 mila impiegati, miliardi di fatturato e pressoché conosciuta in ogni angolo del pianeta. oggi vi raconto una storia, divisa in 3 capitoli, piena di personaggi e aneddoti
loading
Comentarios 
Descargar desde Google Play
Descargar desde App Store